I veri dati sui contagi, pornhub e il Diavolo: quindi, oggi...

Quindi, oggi...: il decreto mai firmato da Conte, la verità sul G8 di Genova e il doppio green pass

I "veri" dati sui contagi, pornhub e il Diavolo: quindi, oggi...

- tra sacro e profano. La Galleria degli Uffizi, probabilmente il più importante museo italiano, s’è infuriato con pornhub perché ha aperto una sezione dedicata alle opere d’arte. In pratica video zozzoni che prendono spunto da opere d’arte, tipo la Venere di Botticelli. Va bene promuovere l’arte, ma forse così è un po’ troppo. E infatti sono già partite le denunce

- in mezzo a tanta melma sui fatti del G8 di Genova, il servizio migliore lo rende il Quotidiano Nazionale con due pezzi equilibrati, giusti e completi su quello che accadde venti anni fa. I termini usati sono tutti adeguati: “barbari” e “furia” per i black bloc che misero a ferro e fuoco la città; “tonnara” per l’insana reazione della polizia. Possiamo iniziare a dire che in quelle giornate non ci sono, da nessuna delle parti, solo o santi o solo diavoli?

- dice giustamente un utente sui social, riguardo le paginate dei giornali (di sinistra) sui fatti del G8: a leggere i quotidiani pare che i black bloc fossero degli scolaretti tranquilli in gita in Liguria”. Non è così, ma alla fine la Diaz ci ha fatto dimenticare le orribili violenze gratuite e criminali di folli personaggi che si nascondevano sotto un velo di ideologia anti-globalista.

- giovedì devo andare in Comune per il consenso matrimoniale. Per ottenere i documenti necessari allo sposalizio, devo portare con me una marca da bollo da 16 euro (che te possino…) e soprattutto 0,26 euro “in contanti”. Ventisei centesimi in monetine, altrimenti non se po’ fa nulla. Dico io: a parte che uno Stato che spende 4,6 miliardi per il cashback e poi nei suoi uffici non accetta pagamenti con il bancomat mi pare una follia. Ma poi scusate: non potevano almeno essere 25 centesimi? Devo per forza cercare quella fastidiosissima monetina da 1 centesimo?

- il professor Francesco Vaia, direttore sanitario dello Spallanzani, dà una lettura un po’ diversa dei contagi. In diretta tv dice: “I numeri sono assolutamente in decremento” e “ormai è da più di un mese che siamo a livelli di ricovero ordinario insignificanti”, con appena 30 persone ad occupare i letti. Ancora meglio le terapie intensive. Dunque, riassumendo: vacciniamoci, teniamo a bada i contagi, ma calma e gesso senza stracciarsi le vesti per la variante Delta. L’importante è non crepare

- ‘sta roba del doppio green pass mi pare una complicazione un tantino inutile. Che si scelga una strada e via. Che fai ti porti 57 diversi passaporti vaccinali in base al posto che vai a visitare? Suvvia… i casi di coronavirus aumentano. E il capo di Tokyo 2020 dice che la cancellazione last minute dei Giochi non è da escludersi. Cioè l’Italbasket torna alle Olimpiadi dopo 16 anni e non ce le fanno giocare? No, eh…

- “Il Diavolo” chiede il rito abbreviato. Il giudizio eterno in effetti gli sembrava un tantino lungo… Scherzi a parte, notizia pazzesca quella della setta in cui un 23enne aveva convinto dei minorenni di essere il Diavolo (per poi abusare di loro).

- sulle zone rosse in Val Seriana spunta un atto incredibile: il 5 marzo 2020, quando la Lombardia chiedeva di sbarrare Alzano e Nembro, Speranza preparò e firmò un decreto per chiudere i due comuni. Unico problema: quel documento esiste, ma Conte non lo firmò mai. Perché?

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti