Imita The Wolf of Wall Street: due anni di carcere per truffa

È la storia di un 24enne britannico, folgorato dal film di Martin Scorsese con Leonardo Di Caprio nei panni di Jordan Belfort

The Wolf of Wall Street l’ha folgorato. Il film di Martin Scorsese, con Leonardo Di Caprio nei panni del broker Jordan Belfort, è stato fonte d’ispirazione per un giovane britannico, che da quel momento ha preso il lupo della finanza come modello di vita.

È il Telegraph a raccontare la sua storia, fatta di scalata al successo e di picchiata verso la galera. Il suo nome è Daniel Burgoyne e ora dovrà scontare due anni dietro le sbarre per frode.

Il 24enne per emulare il suo mito e vivere nel lusso si è presentato agli investitori come abile commerciante di diamanti, vino e carbon credits. E per rendersi più accattivante ai clienti diceva di essere “l’uomo con il tocco di Re Mida”.

La truffa ha funzionato e di oro ne ha accumulato eccome, tanto che ha riempito la bacheca di Facebook con foto in qui ostentava ricchezza, rigorosamente con il sigaro tra le labbra: rolex, bottiglie magnum di champagne e pile di mazzette di denaro.

Burgoyne millantava di operare da un ufficio nel cuore di Londra, ma viveva con la madre a Folkestone, nel Kent, e nel suo curriculum figurava semplicemente un ex tirocinio come macellaio. È riuscito – come riferisce la Canterbury Crown Court – a truffare diciotto persone (tra amici e sconosciuti) per un totale di 80.000 sterline. La polizia gli ha sequestrato un diamante del valore di 1500 sterline e vino per oltre 2000, oltre alle 30.000 depositate in uno dei suoi conti in banca.

L’avvocato difensore si appella alla Corte: “Era un ragazzo ambizioso che è stato abbagliato dal fascino dei soldi. Ma ora è sinceramente dispiaciuto per tutte le bugie dette per chiudere gli affari”. Ma così come per Di Caprio – o meglio a Belfort – è finita male e ad aspettarlo c’è il carcere. E lui, forse, un po’ se l’aspettava. In uno degli ultimi post sul social network scriveva: “Le persone possono solo sognare quello che ho realizzato. Dopo la salita c’è la discesa, ma nessuno potrà dirmi che non ho vissuto al massimo”.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.