Immigrati senza biglietto "graziati". Mentre l'anziana italiana viene multata

Un passeggero di un treno ha raccontato l'assurda vicenda di un controllore che ha chiuso un occhio su due stranieri senza biglietto ma ha multato un'anziana donna che aveva sbagliato a comprare il biglietto

Immigrati senza biglietto "graziati". Mentre l'anziana italiana viene multata

Migranti che salgono sul treno senza biglietto e ogni volta vengono graziati dai controllori. Scena che si ripetono giorno dopo giorno, basta salire su una qualsiasi tratta ferroviaria. Ma quando accade a un cittadino italiano di avere problemi con il biglietto scatta sempre la sanzione.

Due pesi e due misure

Ed è quello che è successo a un'anziana signora a Calalzo di Cadore, in provincia di Belluno. Come viene riportato da Il Gazzettino, la notizia viene data in tempo reale sui social da un pendolare sulla tratta Calalzo-Treviso. Il controllore del treno incrocia tra le cabine due migranti, chiede il biglietto. Questi spiegano che non ne sono in possesso poiché un connazionale che li aveva comprati per tutti e 3 non era arrivato. Scatta la multa? Ovviamente no. Il bigliettaio passa oltre, come se nulla fosse.

Poco dopo la scena si ripete: il severo controllore si avvicina ad un'anziana e chiede il titolo di viaggio. La signora spiega che ne è sprovvista, spiegando che alla stazione di Calalzo ha fatto fatica a utilizzare le macchinette per fare il biglietto, perché questa accettta solo il bancomat, e l'altra macchinetta era molto lenta, così, erronamente, ha cliccato sulla destinazione sbagliata. Risultato? Una bella multa.

Sorge spontanea una domanda, come per i due stranieri non è stata compilata nessuna contravvenzione? Non lo sapremo mai. Ma è evidente come siano stati usati due pesi e due misure dal severissimo controllore.

Commenti

Grazie per il tuo commento