Indagato il governo

Conte e 6 ministri sotto inchiesta per l'epidemia. Sbagliato processarli, ma è la beffa massima per i giustizialisti. Meglio mandarli a casa che in cella

Conte e mezzo governo indagati per il Covid non è uno scandalo, ma una beffa. Non tanto per loro - mi auguro che la cosa finisca lì - ma per chi, con malafede, partigianeria e una buona dose di stupidità, ha provato in tutti i modi, e ancora ci sta provando, a politicizzare l'emergenza per regolare conti ed attaccare gli avversari (vedi l'assalto alla Lombardia). Che Conte abbia sbagliato qualcosa non è un'ipotesi giudiziaria, è un fatto. Ma è, e deve restare, un fatto politico e, come tale, contestabile dagli elettori, non dai magistrati, esattamente come furono le decisioni del precedente governo in tema di sbarchi.

È sulla coerenza che si misura l'affidabilità di una persona, soprattutto di un leader politico. Consegnare ai giudici Salvini una volta passato da alleato ad avversario, ma rivendicare per un caso simile (l'emergenza Covid rispetto a quella immigrati) l'autonomia e la collegialità del governo solo perché questa volta ci sono di mezzo i tuoi amici, non è esattamente indice di coerenza. Ma si sa, purtroppo questo premier e questo governo (e i loro sostenitori) vivono di sotterfugi, furbizie e doppie morali, caratteristiche tipiche sia dei partiti di sinistra sia dei Cinque Stelle. Quella «superiorità morale» teorizzata più di quarant'anni fa da Berlinguer è stata fatta sua dall'ex ministro tontolone Danilo Toninelli («noi grillini abbiamo un Dna superiore», ebbe a dire in un celebre Porta a Porta).

Ecco, noi, invece, ci teniamo ben stretto il nostro Dna, che ci fa dire: Conte e i suoi ministri non vanno processati per l'emergenza Covid (nessuno andrebbe processato per cosa accadde in quei giorni inediti e terribili), così come abbiamo sostenuto che Salvini non avrebbe dovuto rispondere penalmente delle decisioni che prese da ministro. Ma, allo stesso tempo, siamo convinti che sia pericoloso rimanere ancora a lungo nelle mani di questi doppiogiochisti, che usano illegalmente gli archivi Inps per screditare gli avversari politici nelle stesse ore in cui infilano in una legge un codicillo che non c'entra nulla per salvare il suocero del premier da un guaio fiscale e penale.

Noi non vorremmo vederli in galera, ci basterebbe che tornassero al più presto nel nulla da cui sono sbucati.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

kallen1

Ven, 14/08/2020 - 17:22

Ottimo direttore, non fa una piega soprattutto dove spiega cosa è stato fatto per il suocero del premier: come al solito il Quirinale non ha niente da dire!

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Ven, 14/08/2020 - 18:20

per me in un modo o nell'altro, che vadano via! non sono affatto affidabili! ma se gli italiani si fossero VERAMENTE svegliati nel 2018, avremmo un centrodestro OLTRE il 50% ! ma abbiamo italiani pecoroni, babbei, venduti, traffichini..... e questo abbiamo!

sparviero51

Ven, 14/08/2020 - 18:20

MATTARELLA È SEMPRE PIÙ IN VACANZA !!!

Ritratto di Cali85

Cali85

Ven, 14/08/2020 - 18:22

Purtroppo ci sono 2 ostacoli, Direttore, : Questo Parlamento, pur di arrivare al minimo per la pensione, voterebbe a favore del governo anche se venissero proposte le "Leggi razziali". Il secondo è che la sinistra, pur di non far eleggere un Capo dello Stato non di suo gradimento,con l'aiuto di Mattarella, sarà capace di inventarsi non so quale altra maggioranza! Fa molto bene ad augurarsi che li caccino a casa ma mi sa che la realtà sarà ben altra! ( Forse potrebbe succedere qualcosa se la SX dovesse perdere anche la Toscana,chissà! )

anfo

Ven, 14/08/2020 - 18:34

toc toc, compagnucoli dove siete?

Zecca

Ven, 14/08/2020 - 18:46

Pensare che Conte torni nel nulla da cui è venuto è un "sogno di una notte di mezza estate"...Conte sta per entrare nel terzo anno da PdC, e dall'abilità con cui si muove prevedo che andrà avanti ancora un po'. Ci vuole altro che un articolo pieno di giudizi di parte e di mezze calunnie per fargli almeno un po'di prurito.E intanto il capitano continua il suo giro per sagre.

Enne58

Ven, 14/08/2020 - 19:14

Incoerenti con doppia faccia = comunisti

Ritratto di HARIES

HARIES

Ven, 14/08/2020 - 19:23

Egregio Direttore Sallusti, è stato titolato un servizio nel canale youtube di un importante social network: "La stampa di regime sta mentendo. Governo ha commesso reati ma tentano di salvarlo". Io suggerisco dunque che bisogna salvare tutti i documenti della stampa di regime che vengono presentati al Popolo con i mezzi di comunicazione, per poi esibirli in futuro, qualora si attuasse davvero un processo. E coloro che hanno tentato di coprire gli eventuali gravi reati commessi da questo Governo, dovranno anche loro essere processati. E infatti, se andiamo a vedere i classici canali Youtube di: La Repubblica, La Stampa, La7, non c'è nessun servizio video a riguardo Conte e i 6 ministri indagati. Evidentemente temono valanghe di insulti, per cui qualunque titolo avessero dato ad un servizio, sarebbero stati sommersi dall'ira del Popolo. Nusgnùr a paga tard ma a paga largh.

Ritratto di RoseLyn

RoseLyn

Ven, 14/08/2020 - 19:34

Cali85. Già la Toscana. Chissà che anche in questa stupenda regione le persone normali (non dico i radical chic, i parassiti di stato improduttivi, le schiappe con la tessera che si atteggiano da dirigenti colti) mi riferisco a tutti gli altri: classi medie produttive ma anche operai stufi del grillismo raccogliticcio da una parte e del Renzismo camaleontico dall'altra. Appunto anche in Toscana, regione produttiva e al passo con i tempi; meritocratica (diciamola una buona volta questa parola) anche qui ce la possiamo fare.