"Un pavimento di esseri umani": così è ridotto l'hotspot di Lampedusa

L'intervista del "Corriere" al dottor Cristoforo Pomara, capo ispettore incaricato di verificare le condizioni dei centri in cui sono ospitati i migranti: "In quell’hotspot c’è un rischio imminente e concreto di incolumità, per tutti"

Le condizioni di degrado e rischio sanitario in cui verte l'hotspot di Lampedusa sono ormai un problema conclamato. Nonostate ci sia addirittura stato il tentativo di alcuni di minimizzare la situazione, il centro è oramai al collasso, come molte altre strutture siciliane che ospitano i cosiddetti migranti. Il duro braccio di ferro fra il governatore Nello Musumeci ed il governo è servito quantomento a far emergere la gravità della questione.

Ieri si è tenuto un vertice a palazzo Chigi proprio per affrontare l'emergenza, in realtà in atto da tempo, ma le soluzione trovate sino ad ora sono ben poche. Il presidente della Regione Sicilia ha chiesto che vengano svuotati e chiusi 42 hotspot, dal momento che "il 90% non è a norma". Ed a confermare le parole di Musumeci è anche il dottor Cristoforo Pomara, capo ispettore che si è occupato di redigere un rapporto sulle condizioni di uno dei centri lampedusani. Intervistato dal "Corriere della Sera", Pomara si è detto "scioccato" da quanto ha visto."Faccio il medico legale, ne ho viste di situazioni forti, diciamo così. Ma quello che sto vedendo in questi giorni mi colpisce umanamente, oltre che come medico. Se pensiamo di tenere assieme migliaia di persone come facciamo a Lampedusa e chiamare questo 'accoglienza' allora abbiamo già fallito", ha sentenziato il medico, a capo dell’Istituto di Medicina legale di Catania.

Da circa una settimana, Pomara è stato incaricato di condurre delle indagini mirate per valutare le reali condizioni in cui si trovano gli hotspot siciliani. Fino ad ora ha esaminato i centri di Pozzallo, Ragusa e Lampedusa, e ciò che ha rilevato è stato sconcertante."Sono appena tornato da Lampedusa e ho inviato una relazione urgentissima preliminare all’assessorato regionale alla Salute", ha raccontato Pomara. "In quell’hotspot c’è un rischio imminente e concreto di incolumità, per tutti. Per gli ospiti e per il personale delle forze dell’ordine che ci lavora, completamente scoperto dal punto di vista della sicurezza sui luoghi di lavoro".

Ma i rischi, ha aggiunto il medico legale, non sono soltanto di tipo sanitario: "Lì dentro ci sono condizioni contrarie a tutte le regole di prevenzione delle patologie diffusive. Non soltanto Covid. Parlo di epatiti, Hiv, scabbia, tubercolosi... Provi a immaginare un incendio, qualcosa che genera una fuga di massa. Dovrebbero esserci 200 persone e invece ce ne sono 1.200, prigionieri. Secondo lei se premono tutti verso un’uscita sbarrata che succede?". Le navi inviate dal governo? Potrebbero essere una soluzione, secondo Pomara, che però ha voluto precisare: "Sarebbe un bene anche che rimanessero attraccate sempre, perché l'emergenza non sarà finita in pochi giorni, come è facile prevedere". L'hotspot di Lampedusa, in ogni caso, attualmente è un luogo "inadatto ad accogliere qualcuno". "Nelle condizioni in cui è la struttura, quel luogo è già inadatto per i 200 che sono il numero regolare. Ci sono interi padiglioni inagibili, le persone dormono all'aperto, sotto gli alberi. L'assistenza medica è totalmente insufficiente. In alcuni angoli non c'è un pavimento ma un tappeto umano", ha riferito il dottor Pomara.

Come Musumeci, anche il medico legale ha richiesto l'immediato trasferimento. "Non si può gestire un’emergenza come se fosse una situazione ordinaria. Non funziona", ha dichiarato Pomara. "Accoglienza è una parola che dev'essere compatibile anche con la struttura e temo che invece non lo sia nemmeno se restano i 200 ospiti previsti. Non faccio un discorso politico, guardo la questione da medico: a me non importa sapere chi ho davanti, a me, importano le sue condizioni medico-sanitarie. A Pozzallo, un ragazzo mi ha mi ha detto: 'Mettetemi in prigione che almeno sto al sicuro'. Ha ragione, lì le criticità sono solo di tipo sanitario. A Lampedusa, invece, mi ha colpito un ragazzino di 14 anni, tunisino: è positivo al Covid, è solo ed è disperato. Non fa che piangere".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di vince50_19

vince50_19

Gio, 03/09/2020 - 11:33

Adesso pare che il governo voglia far diventare Lampedusa porto franco, così potranno "imbuccarsi" migranti a raffica ed essere contenti di non pagare tasse. E i villeggianti? Chi andrà a far ferie a Lampedusa se diventerà una camera da letto a cielo aperto? Governo inchinato a dictat Ue ( non scritti ovviamente, ma sottintesi pro Re.Fu.? Dubito ergo sum! )..

ST6

Gio, 03/09/2020 - 11:37

"il 90% non è a norma". Governatore Musumeci, ci meravigliamo di lei... Ma lei in concreto tutto il giorno, cosa fa? E daccordo la solita storiella dei predecessori, che poi conferma quanto siate tutti uguali e identici. Ma vogliamo _lavorare_? Forza su almeno u a parvenza di Legalità per le strutture della sua Regione.

aldoroma

Gio, 03/09/2020 - 11:39

Le risorse

IlCazzaroNero

Gio, 03/09/2020 - 12:06

Ma il sindaco Totò Martello, anzi Falce e Martello non è contento? Andava ad aspettare i clandestini con banda e striscioni di benvenuto..ora che ne arriveranno a migliaia chissà come si sentirà appagato e felice

zena40

Gio, 03/09/2020 - 12:14

Se la soluzione sono le navi ed il porto franco non si arriverà a nulla. Le navi sono una pezza temporanea perché poi bisognerà sbarcarli. Il porto franco serve solo per l'ICI perché se non ci sono turisti (in considerazione del fatto che continueranno ad arrivare clandestini) non ci saranno introiti per alberghi, ristoranti e negozi, quindi porto franco di ZERO. Pare una presa per il c..o. Boh! Pensaci Totò Martello.

kid

Gio, 03/09/2020 - 12:14

tutti al vaticano e al viminale

robik51

Gio, 03/09/2020 - 12:15

@ST6 11:37: Ma che c@@@o di commento. Se il governo fa attraccare nell'isola i taxi pieni di clandestini, cosa può fare Musumeci? Per quanto riguarda i clandestini che arrivano autonomamente se ne dovrebbe occupare il sindaco di Lampedusa, che, come il suo predecessore, è di sinistra e, fino a qualche settimana fa, era un grande sostenitore dell'accoglienza.

Calmapiatta

Gio, 03/09/2020 - 12:18

"In quell’hotspot c’è un rischio imminente e concreto di incolumità, per tutti". Se ciò è vero, allora mi attendo un avviso di garanzia per l'attuale ministro dell'interno, il ministro della sanità e il presidente del consiglio. In quelle condizioni, basta un solo positivo per spargere il virus in tutto il paese. Qualcuno deve pagare.

Ritratto di 98NARE

98NARE

Gio, 03/09/2020 - 12:47

ma scusate, non ci vuole una cima per capire che: se la capienza dicono sia di 200 persone e sono arrivati ad "ospitarne" 1.200, qualcosa non funziona. La capienza chi l'ha decisa ? E chi ha deciso di "riempire" fino a 1.200? A mio parere ci sono tutti i crismi per una denuncia penale, o vale solo a NOI ITALIANI . Se la capienza di uno stadio/palazzetto/teatro e TOT, chi puo' autorizzare tutti quelli in +? Qualcuno sa rispondere ?! saluti

Ritratto di giangol

giangol

Gio, 03/09/2020 - 13:06

ma quella nella foto è l'ufficio inps di lampedusa e sono tutti in fila per versare i contributi inps e pagarci la pensione

Enne58

Gio, 03/09/2020 - 13:08

Lampedusani dovrete far da soli come del resto tutti gli italiani. Conte non è l' uomo del fare, è solo quello dei proclami

IlCazzaroNero

Gio, 03/09/2020 - 13:38

ST6...Oltre che sinistroide con i paraocchi, sei anche poco informato. Hai dimenticato cosa hanno detto qualche giorno fa Giuseppi e la Lamorgese quando Musumeci voleva chiudere gli hotspot? Hanno detto che la gestione dei migranti (io dico clandestini) spetta al governo. Hai capito o ti mando un disegnino?

cgf

Gio, 03/09/2020 - 13:40

@ST6 Secondo lei uno che vorrebbe tutto chiuso, è colui che vuole tutto aperto? Non è un mononeurino che prende ordini e contrordini dal partito, piuttosto si meravigli di chi c'era prima e prima ancora di Musumeci… si fermi, non serve andare ai Borboni, la conosco mascherina, lei vorrebbe saltare Cesare Mori.

magnum357

Gio, 03/09/2020 - 14:16

Al governo non frega niente e ha sempre usato i migranti a scopi elettorali !!!!!!!! Gli Italiani alle prossime elezioni regionali non si faranno intortare dal buonismo grullopdiota !!!!!!!!!!!!!!!

Giorgio5819

Ven, 04/09/2020 - 11:11

ST6, ..e i tuoi amici comunisti al governo cosa fanno tutto il giorno ? ( oltre naturalmente a contare gli sbarchi e dire che va tutto bene ? ) Sparisci che non fai nemmeno più ridere.