L'arrivo di Saviano alla tavolata "multiculturale": due militari, l'auto e la scorta

Saviano arriva a Parco Sempione a Milano per la tavolata "multietnica" organizzata dal Comune. Boari (Lega): "Che spreco di denaro pubblico"

L'arrivo di Saviano alla tavolata "multiculturale": due militari, l'auto e la scorta

Ieri Roberto Saviano è arrivato al parco Sempione per il suo discorso (ed ennessimo attacco a Salvini) in occasione della tavolata "multiculturale" organizzata da Beppe Sala e Pierfrancesco Majorino. Un lungo monologo dal palco, con messaggi ai Cinque Stelle di staccarsi da un partito "xenofobo" come la Lega.

Oggi, però, su Facebook sta circolando il video pubblicato da Repubblica sull'arrivo del noto scrittore al parco nel centro di Milano. Nelle immagini si vedono due motociclette dei carabinieri, l'auto grigia con a bordo Saviano e un'altra auto al seguito. Il corteo si ferma a pochi metri dal palco da cui poi parlerà l'autore di Gomorra. Saviano scende, viene indirizzato verso il palco e scambia poche battute con il cameraman che lo stava riprendendo. "Salvini vuole togliermi la scorta? Non ho paura di lui", ha detto lo scrittore.

Su Facebook è Gianluca Boari, consigliere leghista di zona 3 a Milano, a criticare le modalità di arrivo di Saviano alla tavolata multietnica. "Che spreco di denaro pubblico....- ha scritto su Facebook il consigliere ricondividendo il video pubblicato da Lucio Brignoli - Nello specifico per la partecipazione dello 'scrittore' emigrato a New York alla #magnataSALAidale dei migranti dove hanno vomitato insulti rivolti al Ministro degli Interni".