L'autunno tarda ad arrivare: "Un'anomala ondata di caldo"

Le temperature miti rispetto alla stagione sono dovute a un monsone africano

L'autunno tarda ad arrivare: "Un'anomala ondata di caldo"

Torna il caldo da domani su tutta l'Italia con temperature che possono anche arrivare a 24-25 gradi (da 5 a 8 al di sopra della media del periodo) e che durerà sino a mercoledì prossimo.

Un'ondata di caldo che arriva con un anticiclone dal nord Africa e che va a chiudere la porta dell'Atlantico, da cui in genere in questo periodo autunnale arrivano piogge e aria più fredda.

A spiegare questa spinta di caldo dall'Africa è Bernardo Gozzini dell'Istituto di Biometeorologia del Cnr, aggiungendo che l'anomalia di quest'anno è stato il monsone africano che è aumentato di intensità e ha portato sull'Italia un caldo intenso soprattutto da fine giugno ai primi dieci giorni di agosto.

"È l'ultimo sbuffo di aria calda" prima del ritorno della stagione autunnale, che si era affacciata in ottobre, spiega Gozzini. E infatti, questa ondata di caldo andrà ad indebolirsi da mercoledì prossimo.

"Sui rilievi a 1.500 metri (la quota di riferimento per il calcolo delle temperature e dell'intensità) i valori saranno molto anomali, con 12-14 gradi - spiega Giulio Betti, meteorologo del consorzio Lamma di Firenze - che sono quasi eccezionali".

Da lunedì a mercoledì prossimi l'anomalia sarà maggiore al Centro sud perchè nell'Italia settentrionale e in Toscana ci saranno delle infiltrazioni di aria più umida con nubi basse e foschie persistenti e abbassamento delle temperature. Quindi su Appennini e Alpi ci sarà caldo e al contrario in val Padana e nelle zone vicino le coste ci sarà un calo di 3-4 gradi.

Da metà mese si tornerà alla temperatura vicina alla media del periodo. "Se questo anticiclone dovesse ripresentarsi - aggiunge Betti -è possibile che anche questo novembre sia annoverato fra i più caldi degli ultimi cento anni. Farà caldo non solo in Italia ma anche nell'Europa centrale mentre in Nord Africa le temperature saranno inferiori e in linea o inferiori rispetto al periodo. Ormai - conclude Betti - è difficile avere tre mesi autunnali normali".

Commenti