Liguria, il maltempo non si placa. Massima allerta fino alle 24. In arrivo nuove bombe d'acqua

Aeroporto di Genova in tilt. Danni all'agricoltura. E in Liguria ricomincia a piovere. Anche Parma in tilt

Ancora allerta. Su Genova si sta abbattendo un forte temporale. La protezione civile della Regione Liguria, sulla base delle valutazioni del centro meteo idrologico dell’Arpal, ha confermato l’allerta 2, il massimo grado, fino alle 24 di oggi nelle zone di Savona, Genova, La Spezia e i rispettivi entroterra. Per l’Imperiese, dove viene segnalata una criticità moderata, è stato diramato lo stato di allerta 1. La previsione meteorologica conferma per la giornata odierna piogge persistenti con intensità localmente anche molto forte. "Sono in atto temporali molto forti sul medio basso Piemonte, entroterra Liguria, Mantovano nel veronese, Trentino e Bresciano. In queste aree è molto probabile che le piogge possano diventare anche "bombe d’acqua" a causa della forte intensità con la quale cadranno": è questa la previsione meteo di Mario Giuliacci.

Aereporto in tilt

L’aeroporto di Genova è in tilt a causa di una fitta foschia e raffiche di vento di mare che rendono impossibile l’atterraggio degli aerei. Sono almeno 4 i voli finora dirottati dallo scalo, provenienti da Monaco, Napoli, Roma e Catania. Il primo è rientrato in Germania, gli altri tre sono atterrati alla Malpensa. Sono stati cancellati anche quattro voli previsti in partenza da Genova. Le compagnie stanno mettendo a disposizione un servizio sostitutivo di pullman.

Il governo stanzia 90 milioni di euro

Il governo ha fatto sapere di aver stanziato altri 90 milioni di euro per i lavori per il Bisagno. "C’è l’impegno del Governo a sbloccare 95 milioni per lo scolmatore del Bisagno", ha confermato il sindaco di Genova Marco Doria a margine di una riunione con Erasmo D’Angelis, responsabile di #Italia sicura. "Già nello Sblocca Italia saranno stanziati circa 18 milioni di euro per avviare al più presto il terzo lotto dei lavori di rifacimento della copertura del torrente Bisagno", ha aggiunto Doria.

Raccolto dell'olio dimezzato

Intanto i danni dell'alluvione sono tanti. Il raccolto dell’olio extravergine di oliva della Liguria è stato praticamente dimezzato quest’anno per effetto del maltempo che ha colpito anche l’entroterra di Genova con danni alle coltivazioni, interruzione delle strade rurali e isolamento di intere borgate. È quanto emerge da una prima analisi della Coldiretti sugli effetti dell’ultima ondata di maltempo che ha costretto a rivedere stime e previsioni per l’olio extravergine di oliva per la Liguria. "Nella riunione di Giunta di venerdì chiederemo lo stato di emergenza. Aspettiamo venerdì per dare il tempo ai Comuni colpiti di fare una stima dei danni. Posso già anticipare che l’importo sarà superiore a 300 milioni di euro". Così il presidente della Regione Liguria, Claudio Burlando, a conclusione di una riunione con il sindaco Marco Doria e Erasmo D’Angelis, coordinatore della struttura Italiasicura di Palazzo Chigi.

La Procura apre un'inchiesta

La Procura di Genova ha aperto un’inchiesta per disastro colposo a carico di ignoti dopo la terribile alluvione che ha colpito il capoluogo ligure nei giorni scorsi, causando la morte di una persona e danni per oltre 300 milioni di euro. Nel mirino degli inquirenti, che avevano già aperto un fascicolo per omicidio colposo, le opere fatte e quelle non realizzate in ambito idraulico, la manutenzione degli alvei dei torrenti e la catena di attività degli organi amministrativi, dalla mancata allerta alla gestione dell’emergenza fino al piano di protezione civile del Comune. La Polizia giudiziaria ha acquisito i rilievi fotografici aerei fatti dal nucleo Aeronavale della Guardia di finanza.

Alluvione anche a Parma

La parte sudoccidentale di Parma è stata allagata dall’esondazione del torrente Baganza. Tutti i ponti della città sono chiusi e uno, il Navetta, è crollato. Diversi residenti ai piani bassi e negli scantinati sono stati evacuati; le acque hanno invaso anche una casa di cura. "Non andate in via Po e via Baganza, il fiume ha straripato. Ponti in chiusura, usate la tangenziale", è questa l’informazione di servizio lanciata su twitter dal sindaco di Parma, Federico Pizzarotti, dopo che la parte sudoccidentale della città emiliana è stata allagata dall’esondazione del torrente Baganza. Mentre il censimento dei danni è ancora in corso in città e provincia "non risultano al momento morti o dispersi", ha scritto il primo cittadino.

Commenti
Ritratto di mr.cavalcavia

mr.cavalcavia

Lun, 13/10/2014 - 13:24

Attendiamo con ansia la prossima conferenza stampa di burlando, le braccia conserte, a parlare del modello matematico. La faccia da sola spiega tutto. Se certa gente viene lasciata ai centri di comando, la colpa è anche degli elettori.

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Lun, 13/10/2014 - 14:12

per me dico per me le bombe dovrebbero arrivare in Comune.Mia idea personale.

luigi.muzzi

Lun, 13/10/2014 - 14:42

Intanto rendo stanzia 2mld ... ma non erano già stati annunciati la settimana scorsa (il ministro tutto contento per aver avuto 2,3 mld di stanziamento, qundo lo stesso spot (sparito bruscamente) annunciava che ne spendiamo 3,5 !

cameo44

Lun, 13/10/2014 - 15:18

In merito alla alluvione di Genova oggi su LA7 in l'Area che tira il Sociologo anzicchè accusare la classe politica responsabile di tale disastro accusava i cittadini dicendo che questi dovrebbero protestare si vede che questo sociologo vive nel mondo dei sogni quante prosteste inascoltate dal problema della spazzatura alla mancanza di lavoro alla criminalità all'enorme peso fiscale ivi compreso quello degli enti lo cali mi dicas questo sociologo quale autorità difende i cittadini vi sono le Istituzioni le varie associazioni in difesa dei consumatori i tanti Sindacati ma tutti sordi muti ed assenti difendono solo e sem pre i loro interessi

Ritratto di mark 61

mark 61

Lun, 13/10/2014 - 16:19

E si chiederà ad un altro sindaco di dimettersi come se la colpa fosse tutta dell’ultimo sindaco arrivato e poi tutto finisce nuovamente lì Nessuno fara nulla fino alla prossima pioggia o frana perche chiaramente i fondi destinati alla prevenzione finiscono nelle tasche di tanti personaggi politici non conta tanto il colore perché la prossima volta può toccare a SONDRIO o VERONA e la storia si ripeterà incolpando altre persone appartenenti ad altri partiti

Ritratto di giancarlo

giancarlo

Lun, 13/10/2014 - 16:34

I disgraziati politici dicono di "aver stanziato", poi arriva il TAR che blocca tutto (maledetto!).... e nessuno è responsabile se i soldi non arrivano. Branco di incapaci irresponsabili ... quando ci decideremo ad eliminarli?

linoalo1

Lun, 13/10/2014 - 16:46

E se poi,se saranno solo Bombe di Parole?Di chi sarà la colpa?Sempre della Protezione Civile?Per Procurato Allarme perché non ha saputo leggere bene la Sfera di Cristallo?Perchè,al posto degli uomini della Protezione Civile e dei Meteorologi,non mettiamo tutti questi Ignorantoni che si lamentano?Perlomeno,vedremo se loro sanno fare meglio!Al loro posto,anche io piangerei!In questo caso,però,non me la piglierei con le Istituzioni,ma solo con la Sfortuna!Purtroppo,siamo in mano agli eventi della Natura!Che,in quanto tali,sono imprevedibili!Così come è imprevedibile dove e quando cadrà un fulmine e chi colpirà!Lino.

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Lun, 13/10/2014 - 19:22

si vedono solamente italiani a spalare nessun extracomunitario, genovesi spalate anche per i clandestini fuorilegge? Bravi.

Ritratto di laghee100

laghee100

Lun, 13/10/2014 - 21:34

sarò distratto e magari anche malizioso, ma tra i tanti servizi televisivi visti su tutte le reti, non ho visto nessun "abbronzato" , "occhia mandola" "rom" con in mano il badile ! Forse non ce ne sono in Liguria ?

beowulfagate

Mar, 14/10/2014 - 08:41

Io dico teste di genovesi buone per fare shampoo.