L'immunologa Viola striglia Le Iene sul plasma: "Ecco come distruggere il metodo scientifico"

In un lungo e critico post su Facebook, la dottoressa Viola ha criticato il lavoro de Le Iene sul plasma iperimmune; immediata la risposta del programma

L'immunologa Antonella Viola ha risposto duramente al servizio de Le Iene, a cura di Alessandro Politi, mandato in onda qualche giorno fa sui benefici dei trattamenti a base di plasma iperimmune contro il Covid portate avanti nell'ospedale di Padova. Il medico ha deciso di replicare con un post su Facebook, spiegando per quale motivo, in base alla sua esperienza scientifica, questa non possa essere considerata attualmente la soluzione migliore per la regressione della malattia nei pazienti ospedalizzati. Con la seconda ondata si è tornati a discutere di quali possano essere le migliori cure a disposizione contro il coronavirus e sul plasma le posizioni sono ancora discordanti all'interno della comunità scientifica.

"C’è in giro un servizio pseudo-giornalistico che vorrebbe dimostrare come la terapia col plasma iperimmune sia la cura a portata di mano per il Covid-19", scrive nel post pubblicato sul suo profilo Facebook la dottoressa Antonella Viola, professoressa ordinaria di patologia generale presso il Dipartimento di scienze biomediche dell’Università di Padova e direttrice scientifica dell’Istituto di Ricerca Pediatrica. La studiosa è scettica sulle argomentazioni portate e sul modo in cui è stato fatto passare il messaggio: "Il servizio mostra ospedali che la stanno usando e chiede ai medici se tra i pazienti che l’hanno ricevuta ci sono stati morti. Poi chiede ai pazienti guariti se la terapia ha funzionato e loro rispondono di sì, perché subito dopo si sono sentiti molto meglio. Ecco come distruggere il metodo scientifico in una manciata di minuti".

L'attacco dell'immunologa è duro e frontale. Nello smontare il servizio de Le Iene, la dottoressa ricorda che il reportage sul plasma iperimmune proviene dallo stesso programma che in passato ha effettuato un lavoro simile sul Metodo Stamina, scagliandosi contro "uno scienziato di grandissima reputazione e serietà come Paolo Bianco". Con un parallelismo, Antonella Viola paragona i due casi, individuando nel virologo Roberto Burioni l'antagonista del nuovo filone portato avanti da Le Iene. "In modo analogo, nel servizio sul plasma, il bersaglio è Roberto Burioni, ma a rappresentare tutta quella classe di ‘esperti’ che prima di dire che un farmaco o una terapia funziona chiedono le prove", conclude la dottoressa Viola.

Poche ore dopo l'intervento di Antonella Viola è arrivata la replica de Le Iene: "Avremmo distrutto il metodo scientifico perché abbiamo fatto il nostro lavoro mostrando quello che succede in ospedale e dando voce ai medici? È molto singolare l'attacco che ci riserva l'immunologa Antonella Viola". Nella loro lunga risposta, a supporto del loro lavoro, Le Iene portano lo studio dell'OMS che sconfesserebbe l'utilizzo degli antivirali e l'esperienza sul campo dei medici che hanno, invece, sceltro la strada del plasma iperimmune.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di Ludovicus

Ludovicus

Gio, 19/11/2020 - 14:57

L'ennesima ciarlatana-covid.

utherpendragon

Gio, 19/11/2020 - 15:30

ho seguito il servizio delle Iene. Non mal fatto ,MA troppo semplicistico. Purtroppo per entrare intus et in cute i problemi complessi anche per un addetto ai lavori che non sia superspecialistizzato ci vuol altro che la "descrizione democratica" Non ho nessuna remora a dire che io , con una laurea in medicina , specialazzazione i fisiologia, endocrinologia , med interna, aprendo oggi un libro di testo di imunologia/virologia ( non una pubblicaszione di altissime tecnologia)leggo comodamente il 50% , mi arrabatto cercando altri riferimenti per un 25% e assolutamente naufrago sul restante 25%.

agosvac

Gio, 19/11/2020 - 16:00

Per la dottoressa Viola non sono sufficientemente scientifiche le dichiarazioni dei pazienti che "si sentono meglio". Forse vorrebbe qualche dichiarazione scritta da parte di alcune case farmaceutiche che, però, non si possono avere perché "non si tratta di un farmaco di sintesi"!!! Chiaramente le sfugge che esistono anche cure che non derivano da sintesi chimiche.

pinolino

Gio, 19/11/2020 - 16:15

Cari espertoni avete poco di cui lamentarvi, la distruzione del metodo scientifico è solo colpa vostra che avete accettato di far ospitare il dibattito scientifico nei talk show, magari come intermezzo tra l'intervista a Wanda Nara e il punto della situazione di Temptation Island (ho fatto due esempi a caso). E non fa differenza che l'orientamento del programma televisivo sia a destra piuttosto che a sinistra o che l'orientamento dell'espertone sia pessimista piuttosto che ottimista. L'unica spiegazione che riesco a darmi è nella battuta finale del film l'avvocato del diavolo : vanità, decisamente il mio peccato preferito!

ruggerobarretti

Gio, 19/11/2020 - 16:52

non ho visto il reportage delle Iene. Sul tema ho pero' letto le amare riflessioni, piu' o meno una denuncia, dei professionisti dell'Ospedale di Mantova. Mi basta e avanza, cara Dott.sa Viola. Troppe diatribe cara Dott.sa, forse e' proprio per questo che non risultate, o quanto meno non riuscite ad essere credibili.

Fjr

Gio, 19/11/2020 - 17:01

Gli pseudo giornalisti rispondono a pseudovirologi,direi che la regola è giusta,in effetti la prova che il plasma non funziona è data dalla prova che costa meno dei vaccini e quindi poco remunerativo in borsa

ruggerobarretti

Gio, 19/11/2020 - 17:17

Il servizio delle Iene non l'ho visto. Non guardo la TV, pero' lavoro e faccio sport ed una volta studiavo anche(ok Lindo??). Ho letto pero' le amare riflessioni dello staff dell'Ospedale di Mantova e sinceramente, non se la prenda cara Dott.sa, dei vostri conflitti mi sarei anche rotto .

upwithrich

Gio, 19/11/2020 - 17:17

Le Iene "portano lo studio dell'OMS che sconfesserebbe". Leggete bene, non sconfessa ma sconfesserebbe. Verbo al condizionale, ovvero come fregare i semianalfabeti che non capiscono la differenza

Lotus49

Gio, 19/11/2020 - 17:36

Tutte le terapie dimostratesi efficaci contro il Covid vengono boicottate ad alto livello. Non sia mai che la gente guarisce e non ha bisogno del cosiddetto "vaccino" (che vaccino non è, ma un intruglio infernale).