L'ira di J-Ax minacciato: "Fanno il c... che vogliono"

Lungo sfogo di J-Ax contro i no vax che nelle chat Telegram l'hanno insultato e minacciato per una sua battuta dedicata ai negazionisti del Covid

L'ira di J-Ax minacciato: "Fanno il c... che vogliono"

Dopo essere stato contagiato dal coronavirus, J-Ax si sta dimostrando particolarmente sensibile sull'argomento ed è uno dei protagonisti della campagna vaccinale promossa dal governo. Il rapper ex Articolo 31 non si risparmia in appelli alla vaccinazione e questa sua esposizione l'ha messo nel mirino dei no vax, che dalle loro chat hanno minacciato anche il rapper, oltre a virologi, politici e giornalisti. Con un lungo sfogo attraverso il suo canale Instagram, J-Ax ha stigmatizzato questo comportamento, puntando ancora il dito contro gli estremisti no vax e, in generale, contro chi non si vuole vaccinare. Ma il rapper è stato attaccato da Fabrizio Corona.

"Sui giornali sono usciti gli screenshot delle minacce nei miei confronti, prese da gruppi Telegram dei negazionisti del Covid, sono vere e proprie fatwa di gente che dice e cito 'vuole cercarmi, bastonarmi, investirmi e riempirmi di botte'", dice J-Ax, che quindi azzarda un'ipotesi: "Non è la prima volta, in passato mi hanno mandato, anche più volte, foto di proiettili. Se queste cose le avessero scritte e fatte, faccio un esempio eh, che so, persone con una tonalità di carnagione un pò più scura della mia e che parlano, sto sempre facendo un esempio a caso eh, tipo diciamo l'arabo, ho il presentimento che il gis dei carabinieri sarebbe intervenuto per sfondargli casa, entrando dalle finestre".

Nel suo lungo sfogo, poi, il rapper J-Ax fa delle allusioni ben precise ma senza mai fare i nomi: "Visto che queste persone sono bianche e fanno comodo politicamente a sappiamo chi, possono minacciare di morte, pedinare medici e giornalisti, bloccare le città e fare quel cazzo che vogliono. Cari politici, capirete di avere a che fare non solo con soggetti goffi e svalvolati ma con dei terroristi che si stanno radicalizzando ogni giorno di più online, solo quando sarà troppo tardi e a quel punto a pagare, spero, ci saranno le persone che dal Parlamento stanno facendo il tifo e proteggono questi anti-italiani".

J-Ax poi va avanti ricordando che a pagare per i negazionisti sono state le imprese che non hanno poi sollevato le loro saracinesche e gli operai a casa da ormai due anni. "Chiunque abbia amore per l'Italia, dovrebbe combattere chi vuole la sua distruzione e i negazionisti vogliono distruggere gli italiani e l'Italia. Tutto questo è nato perché in un'intervista ho detto che chiunque abbia vissuto in maniera pesante - e a me e mia moglie è successo - il Covid, investirebbe per la frustrazione, in auto, chi è così sciocco da negare l'esistenza di ciò che ti ha fatto così tanto male, così tanto soffrire", ha detto il cantante, definendo ora come "iperbole comica" quell'espressione.

Il rapper ricorda i numeri dei morti in Italia a causa del Covid e si giustifica: "chi mi conosce lo sa che sono una persona pacifica e per la non violenza. Purtroppo però la gente che mi vuole bene in tutta Italia non è altrettanto zen, quindi fossi nei panni di chi minaccia, starei un po' più attento. Dai scherzo!". Quindi conclude con un appello alla vaccinazione, dichiarando di conoscere la paura che prova chi non vuole ricevere la dose.

Il post di J-Ax, però, è stato preso di mira da Fabrizio Corona: "Quindi la vocazione del rapper over 40 è diventata fare la fichetta che denuncia fatti sociali, un mix tra politica e leccaculismo. Piccoli interludi tra una canzone/mutuo e un'altra".

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti