Un altro incubo è alle porte? Cosa ci aspetta dopo l'estate

Possibili nuove zone rosse, distanziamento e mascherine. Ancora smart-working. Ecco quali saranno le facilitazioni

In Italia si sta pensando di prorogare lo stato d’emergenza fino alla fine dell’anno. Questo vuol dire che, nel caso di una seconda ondata, il governo dovrebbe questa volta essere pronto a fronteggiare il pericolo. Anche perché di esperienza ne ha fatta eccome con la prima ondata. Non tutto però è bello come sembra: questa decisione può infatti da una parte rendere più facile il lavoro a chi governa, dall’altra complicare notevolmente la vita dei cittadini. Già, perché come fa notare il Messaggero, questa decisione può avere notevoli ricadute sulla vita quotidiana di milioni di italiani.

Smart working e norme anti epidemia

Intanto la possibilità di prorogare lo smart working con l’abrogazione delle regole dei contratti nazionali fino alla fine dell’anno. La revoca era stata inserita nel decreto cura-Italia con una frase che ne fissava la scadenza al 31 luglio con la possibilità di proroga fino alla fine dell'anno. Ovviamente questa dicitura ha creato alcune incertezze che però con la proroga dello stato d’emergenza a tutto il 2020 dovrebbero scomparire. Effetti positivi per i dipendenti che lavorano da casa ma meno per tutte le attività che ruotano intorno al commercio. Resta anche il distanziamento sociale e l’uso delle norme igieniche e sociali che conosciamo ormai da alcuni mesi e che abbiamo imparato a utilizzare. Obbligo quindi di mantenere il distanziamento sociale e l’utilizzo delle mascherine nei luoghi chiusi e sui mezzi pubblici. Permane anche il divieto di assembramento e di mantenere la quarantena.

Nuove zone rosse e poteri speciali alla Protezione Civile

Con questa decisione di prolungare lo stato d’emergenza viene consentito all’autorità centrale di indire nuove zone rosse. Con controlli serrati di forze dell’ordine e militari ai confini di zone specifiche o, in caso di lockdown nazionale, di tutta l’Italia. Questi dovranno vietare infatti l’entrata e l’uscita a chiunque, se non autorizzato dalla prefettura. Anche le regioni possono indire zone rosse. Poteri speciali poi alla Protezione Civile che potrà prendere decisioni rapide e attuarle di conseguenza senza dover rispettare i tempi della burocrazia. Anche per lanciare bandi di gare. La Protezione Civile potrà continuare ad acquistare beni necessari senza dover fare gare, calmierare e fissare prezzi di beni. Questo è già avvenuto con le mascherine chirurgiche. Il punto dolente riguarda la limitazione della libertà personale ed economica da parte dello Stato.

Torneranno innumerevoli Dpcm e lo scontro Stato-Regioni?

In caso di un altra chiusura a livello nazionale dovremo aspettarci altri, innumerevoli Dpcm, come già accaduto da marzo in poi. Il prolungamento dello stato d’emergenza porta però il governo a poter evitare il passaggio dal Parlamento. C’è da dire però che il Pd ha inserito un articolo che obbliga il governo a illustrare un Dpcm in Parlamento prima di poter essere reso effettivo attraverso la semplice firma del presidente del Consiglio. E siamo arrivati al tanto difficile rapporto tra governo e regioni. Lo stato d’emergenza dà al governo la piena autonomia decisionale per quanto riguarda le epidemie, togliendola così alle Regioni. Le quali però sono sempre state abituate a lavorare in autonomia soprattutto in fatto di Sanità. Tra l’altro, il governo attuale potrebbe cadere da un momento all’altro, mentre i presidenti regionali restano in carica 5 anni. L'Italia è pronta, ma gli italiani lo sono?

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

jaguar

Sab, 11/07/2020 - 11:07

È molto probabile che dopo l'estate il problema non sia il virus ma il lavoro, sarà un autunno caldo per l'occupazione, dobbiamo solo aspettare che scada il divieto di licenziamento.

Arnyarny

Sab, 11/07/2020 - 11:30

Pasta allarmismo avete rotto i maroni.

cgf

Sab, 11/07/2020 - 11:34

Cosa vuol dire essere pronto a fronteggiare? Dichiarato lo stato di emergenza 31/01 ed hanno aspettato 40 giorni prima di fare qualcosa, confuso ma qualcosa

baio57

Sab, 11/07/2020 - 11:38

E' chiaro, da settembre migliaia di aziende non riapriranno,la gente sempre più esausta, comincerà a scendere nelle piazze con i forconi,quindi bisogna ripristinare lo stato di paura e rinchiudere di nuovo la popolazione agli arresti domiciliari . Tutto già scritto !

moichiodi

Sab, 11/07/2020 - 11:47

Incubi, salassi, mazzate, stangate....Allegria!! Ovviamente tutto a carico di Conte. Quello 2. Perché con il primo l’Italia era l’Eden.

Ritratto di Carlo_Rovelli

Carlo_Rovelli

Sab, 11/07/2020 - 12:06

Il nuovo incubo sarebbe un nuovo lockdown e scuole e università di nuovo chiuse. Va bene le precauzioni (mascherine, disinfettanti, distanza minima), va bene chiudere i focolai, ma l'intero Paese no, quella di 3 mesi chiusi ai domiciliari della primavera scorsa è stata una completa follia. Resa possibile da un governo di principianti che hanno consegnato il potere politico a virologi ed epidemiologi che di economia sanno un bel nulla.

agosvac

Sab, 11/07/2020 - 12:23

Non direi che gli italiani siano pronti a continuare a farsi vessare senza alcuna reale esigenza. Ovvio che Conte voglia continuare il più possibile , ma è anche ovvio a tutti noi che non c'è alcuna esigenza di farlo vista la diminuita virulenza del Virus e la buona condizione degli ospedali sempre più vuoti. In pratica non c'è alcuna scusa per bloccare l'Italia. La cosa strana è che sembra che Conte possa fare quello che vuole senza alcun controllo dall'alto. L'alto, in questo caso , dovrebbe essere Mattarella che, come al solito TACE, come tace anche la consulta.

Ritratto di vince50_19

vince50_19

Sab, 11/07/2020 - 12:40

jaguar - 11:07 Ho le stesse sue sensazioni e, francamente, me ne dispiaccio, non poco. comunqeu vedremo come si prospetterà la situazione e se in parlamento la decisione sarà equa.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Sab, 11/07/2020 - 12:52

Tanto mi sto rendendo conto che lavorare è una cosa inutile, meglio farsi mantenere. Ci pensate? Bonus vacanze, servizi gratis, casa gratis, mangiare gratis, bollette gratis, tutti gli incentivi di questo mondo ed assegni famigliari.

Malacappa

Sab, 11/07/2020 - 12:57

E non rompete,basta con ste sciagure lasciateci godere l'estate poi quello che deve succedere succedera'

Ritratto di Walhall

Walhall

Sab, 11/07/2020 - 12:58

@agosvac: quello che temo è che giunga questa notizia sui quotidiani europei: il virus è mutato divenendo più aggressivo. Il predatore che ha preso la via del mare e si trova nel mezzo della glauca distesa non può più tornare indietro, pur potendo. La fame del bottino rende coraggiosi e aggressivi, con una visione del mondo al monocolo. Si dice che il virus tornerà, ci saranno misure analoghe se non più limitative. Già qualcuno lo paventa, forse perché ci sono delle certezze motivate da delle volontà. Ma le vie di Dio sono infinite! Dipenderà molto da ciò che potrà fare Trump e il suo entourage. Molto è perduto ma non tutto.

SemprePiùBasito

Sab, 11/07/2020 - 13:04

Finite di fare il terrorismo psicologico e non scambiate l'incubo del covid con l'incubo di un paese in mano a degli incoscenti dove i disoccpati saranno a migliaia e dove migliaia di aziende dovranno chiudere per una gestiobe spregiudicata di uno che nessuno ha mai votato.

Ilsabbatico

Sab, 11/07/2020 - 13:23

Jaguar....sono sempre d'accordo con te e anche questa volta, ma mi permetto di correggerti quel "è moto probabile" con un bel "sicuramente".....in tutto il globo, ma specialmente in Italia, arriverà una crisi economica che farà peggio del virus stesso.

Ritratto di tomari

tomari

Sab, 11/07/2020 - 15:23

Scoperto un nuovo virus. Il CONTEVIRUS 3, il vaccino sicuramente efficace è il VOTO!

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Sab, 11/07/2020 - 15:58

L'attuazione di "1984" è prossima...

jaguar

Sab, 11/07/2020 - 16:24

llsabbatico, eh già, la crisi colpirà peggio del virus. Dispiace che i nostri giovani troveranno davanti a loro solo terra bruciata.

Giorgio5819

Sab, 11/07/2020 - 16:44

"poteri speciali alla Protezione Civile"... quale, quella che inviava mascherine alla sanità lombarda NON ADEGUATE ALL'USO IN STRUTTURE SANITARIE ?... Serve pulizia, profonda.

Giorgio5819

Sab, 11/07/2020 - 16:46

baio57 - 11:38, ..troppe verità in un solo ottimo commento. Stima.

Ritratto di anticalcio

anticalcio

Sab, 11/07/2020 - 16:46

cosa ci aspetta?? ebbene...la cassa integrazione ad agosto finira'...i mutui sospesi a settembre si ricominceranno a pagare le rate sospese...e le saracinesce degli esercizi commerciali che timidamente avevano provato ad aprire,chiuderanno in via definitiva.grazie governo..pe ri vostri aiuti...mica siamo nei barconi,noi

Ritratto di perSilvio46

perSilvio46

Sab, 11/07/2020 - 17:21

In autunno ci saranno crisi economica, disoccupazione, conseguenti disordini sociali (come previsto da Lamorgese) e una nuova impennata della pandemia. I segnali ci sono tutti: l'Rt è maggiore di 1 in molte regioni e ha ripreso a salire il numero dei ricoverati in terapia intensiva (oltre il 3%), dati che aumenteranno anche a causa dell'ondata di arrivi di clandestini (oggi almeno 800 solo a Lampedusa) provenienti da Paesi in cui il virus dilaga (fuggono dalla quarantena e diventano focolai di infezione). Situazione drammatica, emergenza sanitaria e civile che necessiterebbe un Governo forte, autorevole a autoritario per essere affrontata.

Darth

Sab, 11/07/2020 - 17:48

L'unico incubo qui è il Paese in mano ai piddogrillini.