Una "valanga gialla" sull'Italia: solo una regione in rosso

Da lunedì solo la Sardegna sarà rossa: l'Rt è sceso a 0.81 e il trend è in miglioramento in tutto il Paese. Al via l'operazione di riapertura.

Una "valanga gialla" sull'Italia. Solo una regione è in rosso

In attesa della conferma della cabina di regia attesa nelle prossime ore, da lunedì solo la Sardegna resta in rosso. L'Rt complessivo del Paese è sceso a 0,81 rispetto allo 0,85 della scorsa settimana e si iniziano a vedere i primi segni di un allentamento della morsa dell'epidemia in Italia. La maggior parte del Paese sarà in zona gialla e potrà sperimentare le nuove aperture, qualche regione si troverà ancora in zona arancione ma con un trendo in miglioramento. Tranne la Valle d'Aosta, l'intero stivale fino alla Campania si tingerà di giallo e solo le regioni del meridione saranno costrette, almeno per un'altra settimana, alla permanenza in arancione, Sardegna esclusa che resterà rossa.

Le regioni in zona arancione

Quasi certamente, le regioni che non subiranno il passaggio di colore dall'arancione al giallo saranno la Campania, la Calabria e la Sicilia. La Puglia potrebbe, invece, abbandonare dopo molte settimane la zona. La stessa situazione della Puglia la vive la Valle d'Aosta, il cui Rt è sceso sotto 1 così come l'incidenza. Anche la Basilicata spera nel passaggio in zona gialla ma l'Rt superiore a 1 della scorsa settimana potrebbe costringere la regione alla permanenza in zona arancione.

Sardegna in zona rossa

Niente da fare per la Sardegna, il cui passaggio in zona arancione era il più complicato. L'Rt della regione una settimana fa era ancora superiore a 1, è in discesa ma non è bastato per il ritorno in zona arancione. L'intenzione del governo era di non lasciare nessuna regione nella fascia di maggior rischio ma i dati dela Sardegna hanno costretto alla prudenza.

Le regioni in zona gialla

Il resto del Paese dovrebbe passare tutto in zona gialla e sperimentare il nuovo piano di aperture previsto dal governo. Piemonte, Lombardia, Veneto, Friuli-Venezia Giulia, Bolzano e Trento, ma anche Emilia-Romagna, Abruzzo, Marche, Umbria e Lazio dovrebbero certamente passare in giallo da lunedì. Tutti i dati di queste regioni appaiono confortanti e non ci dovrebbero essere sorprese in cabina di regia. È in dubbio il passaggio in zona gialla del Molise, il cui Rt puntuale è sopra 1 e questo potrebbe imporre la permanenza in arancione, anche se le speranze di un passaggio in giallo continuano a esserci. Situazione simile al Molise la vive anche la Toscana, nonostante il suo Rt sia sceso sotto l'1 ma questo potrebbe non bastare per il "sogno giallo" già da questo lunedì e potrebbe essere necessaria un'altra settimana, anche se pare che la direzione sia quella di concedere la zona gialla anche alle regioni in bilico. Discorso simile vale per la Liguria, che quasi certamente passerà in giallo da lunedì.

Commenti