Lungarno, i residenti: "Già acqua nella notte"

Il cedimento del Lungarno e la relativa voragine lunga 200 metri che ha inghiottito decine di auto alle prime luci dell'alba ha fatto infuriare e non poco i residenti del centro di Firenze che avevano già segnalato il problema

Lungarno, i residenti: "Già acqua nella notte"

Il cedimento del Lungarno e la relativa voragine lunga 200 metri che ha inghiottito decine di auto alle prime luci dell'alba ha fatto infuriare e non poco i residenti del centro di Firenze che già da diverse ore nelal notte avevano segnalato la presenza di acqua.

"Già stanotte c’era acqua in strada. Mio figlio è tornato verso mezzanotte e si è dovuto togliere le scarpe: l’acqua, mi ha riferito, gli arrivava sopra le caviglie. Ha chiamato i vigili ma noi non abbiamo poi visto nessuno", afferma una signora che vive in uno dei due palazzi evacuati sul Lungarno. "Mio figlio - riferisce sempre la donna - già stanotte ha deciso di spostare la sua auto e ha avvisato chi conosceva e aveva l’auto parcheggiata sul lungarno». «Non mi sono accorto di nulla fino a quando non ho aperto stamani il portone".

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti