"I macchinisti sono ubriachi". E il Frecciarossa viene fermato

I passeggeri sono stati trasferiti su un altro convoglio e da Milano Centrale hanno ripreso il loro viaggio per Napoli

"I macchinisti sono ubriachi". E il Frecciarossa viene fermato

I macchinisti di un Frecciarossa che sarebbe dovuto partire da Brescia e diretto a Napoli sono risultati ubriachi e la corsa è stata immediatamente cancellata. I passeggeri sono stati trasferiti su un altro convoglio che li ha portati a Milano Centrale dove hanno potuto salire su un altro Frecciarossa e raggiungere la loro meta iniziale, Napoli. Tutto ha avuto inizio questa mattina all’alba. Il Frecciarossa 9604 sarebbe dovuto partire da Brescia alle 5,17 per raggiungere il capoluogo campano. Ma il treno in questione non ha mai lasciato la stazione di Brescia perché soppresso all’ultimo momento.

E così i 65 passeggeri pronti con borse e valigie, hanno fatto una deviazione a Milano Centrale, da dove sono saliti su un altro frecciarossa diretto a Napoli. Treno che questa volta è regolarmente partito. Ma a lasciare perplessi è il motivo per cui il treno originario è stato bloccato, impedendogli di affrontare il viaggio previsto. Nessun guasto tecnico, nessun problema particolare lungo il tragitto. La motivazione è surreale e incredibile. I macchinisti avrebbero alzato un po’ il gomito.

Secondo quanto trapelato erano ubriachi. Ad avvertire la polizia ferroviaria è stato il capotreno con una segnalazione che non ha lasciato dubbi di interpretazione, il treno è stato “soppresso in stazione a Brescia perché i macchinisti erano ubriachi”. Polstrada e Polfer sono quindi intervenute per effettuare l’alcol test ai macchinisti. Uno dei due è risultato positivo di quattro volte sopra il limite di legge (1,95 grammi per litro contro il massimo 0,5 consentito). Mentre l’altro ha chiesto l’intervento di un medico del 118. Naturalmente sull’insolito caso sono in corso delle indagini della Polfer di Brescia per capire come sia potuta accadere una cosa simile. La speranza è che si sia trattato di un errore.

Da Trenitalia precisano che la cancellazione del treno è stata disposta dall'azienda stessa dopo aver accertato la non idoneità dell'equipaggio alla conduzione del treno: "Lo stringente e articolato sistema di controlli, predisposto dall’azienda a garanzia della sicurezza dell'esercizio e dei propri passeggeri, che prevede anche controlli preventivi e a sorpresa sui propri equipaggi, si è rilevato pienamente efficace", dicono, "Nessuno dei 67 passeggeri in partenza da Brescia è stato fatto salire sul treno che è rimasto chiuso e inaccessibile. Tutti i clienti sono stati immediatamente trasferiti con un treno regionale alla stazione di Milano, per poi salire a bordo di un altro treno e raggiungere così la loro destinazione. Con riferimento allo specifico episodio - mai registratosi in precedenza - Trenitalia verificherà eventuali violazioni da parte dei macchinisti degli obblighi contrattuali e della deontologia professionale e si riserva di adottare tutti i provvedimenti del caso".

Commenti