È arrivato il maltempo con temporali e nubifragi

Un'intensa area ciclonica provocherà forti piogge e locali nubifragi al Centro-Nord tra oggi e domani, accumuli di oltre un metro di neve sull'arco alpino. Le condizioni meteo non miglioreranno prima del fine settimana

L'Italia sta entrando nel vivo della fase maltempo di cui si parla da giorni: un'intensa area di bassa pressione sta entrando nel Mediterraneo e provocherà intensi fenomeni da nord a sud.

Forte maltempo dal pomeriggio

Come si può vedere dalle immagini sempre aggiornate del satellite, le condizioni meteo sono peggioriate sul Nord-Ovest dove sta già piovendo e nevicando sull'arco alpino oltre i 900 metri. Con il passare delle ore, il maltempo si estenderà velocemente alle restanti regioni settentrionali ed alle regioni tirreniche, pioverà ovunque ma attenzione perchè, durante il pomeriggio, nubifragi colpiranno la Liguria, specialmente il settore di Levante, la Toscana ed il Lazio.

Fenomeni intensi e persistenti, con il conseguente rischio di allagamenti, potranno verificarsi su città come Genova, Firenze e Roma. Tempo perturbato anche in serata soprattutto sul Nord-Est e sul versante tirrenico del centro-meridionale con le piogge che bagneranno anche tutta la Campania, la Calabria e la Sicilia Occidentale.

Allerta arancione e gialla

Il Dipartimento della Protezione Civile, sulla base dei fenomeni previsti, ha diramato l'allerta arancione per rischio idrogeologico sul Veneto, di colore giallo su Emilia-Romagna e Lombardia, sulla Liguria, sulla Toscana settentrionale, sui bacini del Lazio, sui settori occidentali delle Marche, in Umbria e sui settori occidentali di Abruzzo e Molise.

Forti piogge anche domani

Martedì 3 marzo, il vortice di bassa pressione comincerà a spostarsi verso est mantenendo condizioni instabili su gran parte delle nostre regioni. Paese. Se tra Val D'Aosta, Piemonte e Liguria è previsto un miglioramento, sarà ancora instabile ed a tratti perturbato su tutto il Centro-Sud con piogge ed acquazzoni. In questa fase, le temperature subiranno un calo nelle zone interessate dai fenomeni. Le minime saranno stazionarie e su valori non freddi.

Oltre un metro di neve

In questi due giorni di maltempo, soprattutto le Alpi faranno il pieno di neve come non è praticamente mai accaduto durante i mesi invernali: mediamente cadranno 50 cm ma gli accumuli potranno, localmente, superare il metro.

Discorso diverso per gli Appennini: se è vero che nevicherà, gli accumuli si avranno soltanto a quote elevate, mediamente dai 1600 metri in su, ai livelli inferiori si avrà soltanto pioggia.

Variabile a metà settimana

Tra mercoledì e giovedì le condizioni meteo non guariranno del tutto: l'alta pressione non sarà in grado di proteggere il Mediterraneo e così il tempo continuerà a mantenersi instabile con piogge soprattutto sulle regioni centrali e meridionali.

Non si potrà rifiatare perchè giovedì è prevista una nuova perturbazione da ovest che provocherà un veloce peggioramento al Centro-Nord in estensione al Sud nella giornata successiva. È ancora presto per scendere nei dettagli ma, sicuramente, la settimana appena iniziata riporterà condizioni piovose ed instabili come non accadeva praticamente dalla prima metà del mese di dicembre.

Week end?

È prematuro pensare al fine settimana ma, come linea di tendenza, sabato potrebbe essere ancora varabile con piogge sparse da nord a sud e domenica più soleggiata grazie ad un potenziale ritorno dell'alta pressione.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.