Marchionne: "Entro 2 anni la Panda va via da Pomigliano"

Marchionne rivela i piani di Fca e anche il suo futuro come amministratore delegato di Fiat Chrysler Automobiles

Marchionne: "Entro 2 anni la Panda va via da Pomigliano"

"La prossima versione della Panda sarà prodotta all'estero, perché l'Italia si concentrerà sulla produzione dei marchi premium di Fca". È questo l'annuncio dell'amministratore delegato di Fiat Chrysler Automobiles, Sergio Marchionne, incontrando i giornalisti al Salone dell'auto di Ginevra. "Ci deve andare di natura, ma ci vorrà tempo quindi non chiedetemi quando arriverà, comunque non entro la fine del piano" al 2018, ha aggiunto. "La prossima versione andrà a finire altrove, intorno al 2019-2020", ha proseguito Marchionne, ricordandosi di aver annunciato che lascerà la guida del gruppo Fca con l'assemblea del 2019: "Io non ci sarò, o ci sarò solo in parte". Poi Marchionne ha parlato del suo futuro anche in Ferrari: "Se voglio prendere tutti gli incentivi devo rimanere per forza dopo il 2019 - ha detto - lì non mi pagano un tubo, ho solo gli incentivi. Il mio termine finale è il 2021".

Infine Marchionne ha parlato anche di scenari di fusione con altri gruppi: "Una fusione di Fca con un altro costruttore potrebbe avvenire, non so. GM? Io non chiudo alcuna porta. Io ho bussato a quella porta (GM, ndr), ma non ho avuto risposta. Potrei bussare di nuovo, potrei bussare a qualsiasi porta, se penso che è una cosa buona per il business". Infine l'amministratore delegato alla domanda se l’integrazione tra Peugeot e Opel possa facilitare possibili colloqui tra Volkswagen e Fca, ha risposto "ovviamente sì perché la casa tedesca assieme a Fca potrebbe rafforzare il primato di Wolfsburg in Europa".

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti