Messina, malore per Miccichè

Nel tardo pomeriggio di ieri il leader di Grande Sud ha accusato un malore al termine di un incontro elettorale. In ospedale gli è stato applicato uno stent cardiaco

Gianfranco Miccichè
Gianfranco Miccichè

Spavento per Gianfranco Miccichè: nel tardo pomeriggio di ieri il leader di Grande Sud, al termine di un incontro elettorale a Messina, ha accusato un malore. All’ospedale Papardo gli è stata riscontrata un’angina pectoris ed è stato sottoposto ad un intervento di angioplastica con l’applicazione uno stent cardiaco, che consente un miglior deflusso del sangue nelle arteria coronarica. Le sue condizioni generali sono buone e il decorso procede normalmente.

"Per evitare inutili allarmismi - scrive in una nota il movimento politico Grande Sud - si specifica che Miccichè non ha avuto un attacco cardiaco o infarto del miocardio. Miccichè ha invece sofferto, secondo il comunicato del suo partito, di un’angina pectoris, ovvero un dolore al torace provocato dall’insufficiente ossigenazione del muscolo cardiaco a causa di una transitoria diminuzione del flusso sanguigno attraverso le arterie coronarie".

Per ovvie ragioni tutti gli appuntamenti previsti per oggi per l’ex Sottosegretario alla presidenza del Consiglio, divisi tra Messina e la Calabria, sono sospesi.

Commenti