La mappa "rovente" del meteo: dove ci saranno 46 gradi

Nei prossimi giorni la colonnina di mercurio potrebbe salire fino a 46 gradi in Sicilia e sopra i 35 gradi in Toscana e Emilia Romagna

La mappa "rovente" del meteo: dove ci saranno 46 gradi

L'ondata di caldo africano non accenna a diminuire. Le previsioni meteorologiche dei prossimi giorni confermano la persistenza dell'anticiclone africano sulla nostra penisola, che porterà con sé temperature bollenti.

Da giorni l'Italia è attraversata da una situazione meteorologica sostanzialmente stabile con bel tempo ovunque e temperature estive sopra la media stagionale. Secondo le proiezioni realizzate da Meteo.it, però, a partire dalle prossime ore le temperature subiranno un notevole rialzo, toccando punte record nelle regioni del sud Italia. Non andrà meglio nelle regioni del Nord dove è attesa, tra lunedì 28 e martedì 29 giugno, una generale impennata delle temperature. I valori previsti saliranno fino a 36 gradi in Emilia e 37 in Toscana, con Firenze e Roma tra le città più afose, dove si potrebbero raggiungere picchi di 35 gradi e oltre.

Per quanto riguarda il Sud, invece, il picco del caldo africano è previsto intorno a mercoledì 30 giugno e si protrarrà per diversi giorni. Secondo gli esperti meteo le aree più roventi saranno quelle della Sicilia, dove la colonnina di mercurio potrebbe sfiorare addirittura i 45-46 gradi. Tra le città più roventi si segnala Siracusa. Situazione analoga, con temperature superiori ai 40 gradi, anche in Calabria e Puglia, mentre sul resto del Sud i valori massimi dovrebbero oscillare tra 35-36 gradi.

Temporali estivi in arrivo sulle vette del nord Italia

Il mese di giugno si chiuderà con temperature record e sole su quasi tutta la penisola. Le previsioni meteo della prima parte della settimana, fino a mercoledì 30 giugno, prevedono infatti bel tempo su tutto il territorio salvo improvvisi e sporadici acquazzoni lungo i rilievi. Mercoledì la perturbazione in lento transito sull'Europa centrale porterà, infatti, condizioni di tempo instabile sulle Alpi centro orientali, dove saranno possibili fin dal mattino rovesci e temporali a carattere sparso. Avranno un po' di tregua dalla calura stagionale solo alcune aree del Nord come la Valle d'Aosta, l'alto Piemonte e varesotto dalla tarda serata di lunedì 28, mentre sul Trentino Alto Adige, sull'alto Veneto e sulle Alpi friulane i temporali arriveranno dal 29 giugno.

A partire da giovedì, con l'arrivo del mese di luglio, invece la situazione potrebbe cambiare. I temporali in arrivo dal centro Europa potrebbero interessare più regioni italiane e rendere le temperature più miti. Ma soprattutto potrebbero arrivare giorni di instabilità meteorologica in vista di una nuova ondata di caldo prevista per il 10 luglio.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti