Milano, coda lunghissima per trovare un donatore di midollo per il piccolo Alessandro

Attualmente Alessandro è in terapia con un farmaco sperimentale, ma non è comunque una soluzione definitiva visto che prima o poi l'organismo metabolizzerà il farmaco

Tutti in fila per trovare un donatore compatibile. In piazza Sraffa a Milano sono in 500 in coda per le analisi del sangue per verificare la compatibilità con il piccolo Alessandro, il piccolo bimbo di un anno affetto da linfoistiocitosi emofagocitica, una rarissima malattia genetica.

Alessandro è nato da genitori italiani, ma vive a Londra dove lavorano i genitori, il papà Paolo Montresor, veneto, e la mamma Cristiana Console, napoletana.

A Milano, come riporta il Corriere della sera, Elisa, sorella di Paolo, ha lanciato la gara di solidarietà per trovare un donatore di midollo compatibile.

Attualmente Alessandro è in terapia con un farmaco sperimentale, ma non è comunque una soluzione definitiva visto che prima o poi l'organismo metabolizzerà il farmaco.

L'unica possibilità resta il trapianto di midollo. I genitori del bambino hanno condiviso un post su Facebook per informare che Admo, l'associazione donatori di midollo osseo, sta facendo tappe in tutte le principali città italiane. Oggi è il turno di Milano, sabato l'associazione sarà a Napoli, in piazza Trieste e Trento.

La compatibilità tra non consanguinei è molto rara ma "non perdiamo le speranze - dice l'Admo - non le perdono neanche i genitori, ma ha caratteristiche molto rare".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

27Adriano

Gio, 25/10/2018 - 17:43

Auguri, Piccolo, tieni duro.

dondomenico

Gio, 25/10/2018 - 18:16

Questi si che sono i veri Italiani! Tanti auguri a questo Bimbo, spero che guarisca presto.

Anonimo (non verificato)

Ritratto di Trinky

Trinky

Gio, 25/10/2018 - 19:14

Sperando che non ci siano anche qua giudici come in Inghilterra che impongano di sospendere le cure....

Ritratto di hernando45

hernando45

Gio, 25/10/2018 - 19:38

Speriamo che si trovi il possibile donatore. Se non vivessi cosi lontano mi sarei messo in fila anch'io, che da giovane ho fatto il donatore di sangue!! AUGURI PICCOLINO.