Milano, spara ai ladri in casa ​e uccide uno dei rapinatori

L'uomo ha sorpreso tre persone intente a rubargli armi. I malviventi avrebbero sparato e lui ha risposto col fuoco

Milano, spara ai ladri in casa ​e uccide uno dei rapinatori

Ha sorpreso i ladri nella sua casa di via Matteotti a Lucino, frazione di Rodano (Milano) e ha ucciso uno dei rapinatori.

Il malvivente aveva una trentina d'anni ed era in compagnia di due complici, che però sono riusciti a fuggire. Secondo le prime ricostruzioni i tre sarebbero entrati nell'appartamento e avrebbero rubato delle armi possedute dal proprietario dell'alloggio, un commerciante di gioielli. L'uomo li avrebbe scoperti e i ladri avrebbero aperto il fuoco. Il proprietario di casa, quindi, avrebbe risposto al fuoco e colpito con un'altra arma uno dei ladri, uccidendolo. Una situazione che quindi, anche secondo il procuratore aggiunto di Milano Alberto Nobili si sarebbe svolta "nell' ambito della legittima difesa".

In tutto il Nord Italia è intanto scattata la caccia ai due complici. Secondo quanto riferito dall'imprenditore, Rodolfo Colazzo, i tre assalitori parlavano italiano ma avrebbero avuto un accento straniero, forse dell'Est Europa. Non lontano dalla villetta è stata anche trovata una Golf che risulterebbe rubata ma al momento non si hanno conferme che possa essere collegata alla rapina. Si è scoperto invece che il bandito morto era un pericoloso ricercato, Valentin Frrokaj. L'albanese di 37 anni era accusato per un omicidio commesso il 23 luglio 2007 a Brescia ai danni di un connazionale colpito con un coltello. Per il delitto era stato condannato all' ergastolo, ma era evaso due volte dal carcere, la prima nel 2013 dal penitenziario di Parma, la seconda nel 2014 da Palermo.

Commenti