Minaccia avvocati e poi aggredisce i poliziotti: arrestato ghanese

Un ghanese ha minacciato alcuni avvocati e ha distrutto il mobilio dell’ufficio. L’uomo ha, poi, aggredito gli agenti intervenuti sul luogo delle violenze

Minaccia avvocati e poi aggredisce i poliziotti: arrestato ghanese

Un ghanese di 35 anni, residente a Conegliano e in Italia dal 2002, è stato arrestato giovedì pomeriggio per resistenza a pubblico ufficiale, danneggiamento e minacce aggravate.

Lo straniero, con diversi precedenti penali, è improvvisamente andato in escandescenza creando scompiglio all’interno di uno studio legale. Prima che la situazione peggiorasse ulteriormente, un avvocato ha allertato la sala operativa della Questura di Treviso chiedendo immeditata assistenza.

Giunti velocemente sul posto, gli agenti sono riusciti in breve tempo a riportate la situazione sotto controllo. Nel corso dell’operazione, i poliziotti hanno rilevato diversi danneggiamenti negli uffici provocati dal ghanese nel suo momento di follia.

Lo straniero, però, non si era del tutto calmato. L'extracomunitario, infatti, mentre veniva accompagnato in Questura per ulteriori controlli è andato di nuovo in escandescenze e, nel tentativo di fuggire, si è scagliato con veemenza contro gli agenti colpendoli più volte.

I poliziotti, non senza difficoltà, sono riusciti a bloccare l'uomo dopo diversi momenti di alta tensione. L'africano, con a carico diversi pregiudizi specifici, è stato arrestato con le accuse di resistenza a pubblico ufficiale, danneggiamento e minacce aggravate.

Gli avvocati, testimoni dell’atto di violenza, hanno confermato di conoscere il soggetto in quanto in passato lo avevano difeso in alcuni procedimenti penali. L’immigrato, nell’ultimo periodo, si era recato più volte presso il loro studio avanzando assurde pretese, fino all’epilogo di ieri quando, dopo aver perso il controllo, ha iniziato a minacciarli ed a danneggiare il mobilio dello studio.

Commenti