Roma, Morales resta imbottigliato nel traffico

Il presidente boliviano ha perso un incontro con i sindacati e con i Cinque stelle. Le strade erano impraticabili

Roma, Morales resta imbottigliato nel traffico

Sembra una barzelletta, ma a ben guardare è solo il risultato di una giornata di normale caos romano. Il presidente boliviano Evo Morales, in visita nella Capitale, ha dovuto rinunciare oggi ad almeno un incontro per via del troppo traffico.

Atteso dai sindacati di base e da due esponenti del Movimento 5 Stelle, il leader sudamericano ha dovuto rinunciare a parteciparvi, per colpa dell'intasamento delle strade, che gli hanno impedito di arrivare in tempo. A Centocelle l'Usb aveva preparato l'accoglienza, con un grande striscione di benvenuto, ma dopo un paio d'ore senza che si avesse notizia della sorte di Morales, è arrivata la notizia: troppe macchine in tangenziale, niente da fare.

Tra i grillini che attendevano Morales c'era anche Alessandro Di Battista, che ha dovuto dare forfait dopo una lunga attesa. Nulla di cui preoccuparsi, comunque: sarebbe stata la terza volta che lo incontrava. "Secondo noi è stato portato scientemente nel traffico della tangenziale", insinua qualche sindacalista dell'Usb, "I cameramen della TV boliviana, che erano partiti insieme al presidente dall'Università La Sapienza, infatti sono arrivati in tempo".

Commenti