Cronache

"Atti osceni". Cosa faceva il 60enne straniero davanti ai bambini

Un sessantenne straniero è stato denunciato a Foligno (Perugia) per atti osceni in luogo pubblico: avrebbe seguito una donna per mostrarle i genitali, abbassandosi i pantaloni in un parco dove stavano giocando diversi bambini

Una volante della polizia a Foligno
Una volante della polizia a Foligno

Si sarebbe avvicinato di nascosto ad una donna e i bambini che stavano giocando dopo essere usciti da scuola, proprio nell'area del parco dove si trovavano le giostre. E di punto in bianco, si sarebbe abbassato i pantaloni, mostrando a lei e a tutti i presenti le parti intime. Per questa ragione è stato rintracciato e denunciato per atti osceni in luogo pubblico un uomo di sessant'anni di origine straniera. La polizia lo ha individuato a seguito delle indagini effettuate dopo l'intervento richiesto dalla stessa persona molestata, stando perlomeno a quanto riportato dai quotidiani locali.

La vicenda si è svolta in Umbria, per la precisione a Foligno (in provincia di Perugia) nelle scorse ore. In base alle prime ricostruzioni effettuate dalle forze dell'ordine (basandosi sulla testimonianza di chi ha denunciato il fatto) la donna stava passeggiando in uno spazio verde della città umbra, in quella che si prospettava una giornata tranquilla (almeno all'apparenza). Lo straniero l'aveva evidentemente notata e le si sarebbe pian piano avvicinato senza dare nell'occhio, sino a palesarsi davanti a lei e a bloccarle la strada. A quel punto si sarebbe calato all'improvviso i calzoni e la biancheria intima, mostrandole i genitali. Un gesto effettuato peraltro in una zona particolarmente frequentata anche dai più piccoli: vi si trovano infatti sia i giochi che un carosello, lo stesso che in quel momento era frequentato da diversi minori accompagnati dai familiari che si sono trovati loro malgrado a dover assistere all'intera scena.

Dopo un attimo di smarrimento dovuto allo choc, la donna si è ad ogni modo allontanata velocemente e una volta resasi conto di non essere seguita dall'esibizionista, ha subito allertato i poliziotti mettendoli al corrente di quanto avvenuto e chiedendo l'invio di una pattuglia. Gli agenti del commissariato cittadino, giunti sul posto dopo pochi minuti, hanno dato il via alle ricerche passando al setaccio il giardino. E hanno così rintracciato rapidamente il presunto autore del gesto, il quale pur messo alle strette ha negato di aver agito in quel modo. Una versione che non avrebbe tuttavia convinto al 100% i suoi interlocutori: per lo straniero è infatti scattata la denuncia, basandosi soprattutto su quanto dichiarato dalla presunta vittima.

Non è curiosamente la prima volta che si verifica un episodio del genere nell'hinterland perugino, nell'ultimo mese. Lo scorso agosto qualcosa di simile si era verificato a Spoleto ed ebbe come protagonista un cinquantenne. Due casi diversi, conclusisi però allo stesso modo con altrettante denunce.

Commenti