La mummia della piccola Rosalia apre gli occhi e fa gridare al miracolo

Rosalia Lombardo, la mummia di una bambina custodita nelle Catacombe dei Cappuccini a Palermo, apre gli occhi. Ma per gli studiosi è solo un fenomeno dovuto all'umidità

A Palermo c'è chi ha gridato al miracolo. Rosalia Lombardo, la mummia di una bambina custodita nelle Catacombe dei Cappuccini a Palermo, apre gli occhi. Quando fu scoperto il corpo, probabilmente mummificato nel 1920, gli scienziati si stupirono del suo stato di conservazione che fa sembrare la piccola ancora viva. Quello che sorprende sono appunto i suoi occhi che, fotografati nell'arco di giornate con uno spazio temporale di 60 secondi, sembrano aprirsi e chiudersi più volte al giorno. Nessun miracolo, però. A sedare l'entusiasmo sono stati proprio gli studiosi che hanno parlato di un fenomeno dovuto all’umidità e alle luci dell’apparecchio che generano insieme una foto-decomposizione, creando così lo strano movimento di apertura e chiusura delle palpebre.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

Anonimo (non verificato)

Ritratto di atlantide23

atlantide23

Ven, 25/07/2014 - 20:26

Inquietante comunque .