Nel 2018 sono stati 158 i morti per incidenti ferroviari

I dati delle ultime statistiche: in Italia, 158 vittime in 73 incidenti ferroviari. Molto più elevati i numeri legati agli incidenti stradali

Nel 2018 sono stati 158 i morti per incidenti ferroviari

Quasi 160 morti nel 2018. È il bilancio degli incidenti ferroviari in Italia, stando ai dati delle statische più recenti, riportati da Agi. Secondo l'ultimo Rapporto annuale sulla sicurezza delle ferrovie, stilato dall'Agenzia nazionale per la sicurezza delle ferrovie (Ansf) relativo al 2018, in un anno ci sono stati 73 incidenti ferroviari, che hanno causato in tutto 158 morti. Nel 2017, invece, gli incidenti gravi erano stati 55.

Se si considerano invece gli "incidenti significativi", quelli cioè che hanno causato almeno un morto o un ferito grave, il numero sale a 109 nel 2018, in aumento rispetto ai 104 del 2017 e ai 99 del 2016. Il numero rilevato nel 2018, però, non è il più alto degli ultimi 12 anni: anche nel 2014, infatti, gli incidenti ferroviari erano stati 109, mentre nel 2007 avevano raggiunto quota 121. Inoltre, secondo le statistiche risulta che oltre il 70% dei disastri ferroviari e più della metà delle vittime (morte o gravemente ferite) sono state causare dalla "indebita presenza di pedoni sui binari". L'ultimo incidente ferroviario risale a ieri mattina, quando un Frecciarossa è deragliato vicino a Lodi, sulla tratta Milano-Bologna, provocando 2 morti e 31 feriti.

Nonostante le vittime di incidenti ferroviari sfiorino quota 160 in un anno, il numero non è paragonabile a quello dei morti causati dagli incidenti stradali che, nel 2018, sono stati 172.344, con 3.325 vittime. Cifre che fanno rabbrividire, ma che rappresentano comunque un drastico calo rispetto a quelle dei primi anni Duemila, quando si contavano circa 7mila morti ogni anno.

Quanto ai voli, invece, l'aereo si conferma il mezzo di trasporto più sicuro con cui viaggiare: nel 2018, in Europa non ci sono state vittime per incidenti aerei che, in tutto il continente, sono stati solamente 9. Se si considera un periodo di 5 anni, dal 2014 al 2018, i numeri risultano comunque contenuti, dato che in Europa sono stati registrati 48 incidenti, con 122 vittime. Un numero che non tiene conto delle vittime causate da azioni volontarie, come nel caso del volo Germanwings 9525 (caduto per volontà del pilota) e in quello della Malaysia Airlines 17 che, secondo le prime conclusioni investigative, sarebbe stato abbattuto.