Nel villaggio marocchino 3 mila persone si guadagnano da vivere ricattando gli uomini

Oued Zem è stata sorannominata la capitale del "sextortion". In questa città del Marocco gli uomini vengono ricattati da bande di truffatori attraverso filmati hard

Più di 3 mila persone di una città del Marocco, a circa 100 miglia a sud-est di Casablanca, si guadagnano da vivere ricattando gli uomini colti in atti osceni davanti alla webcam.

A diffondere questi dati è un'inchiesta del Daily Mail e la città in questione è Oued Zem, o meglio conosciuta come la capitale di "sextortion" del mondo. Il suo soprannome lo deve alla crescente criminalità nei confronti di uomini attirati dalla possibilità di fare sesso virtuale con alcune ragazze esotiche.

Le vittime sono per lo più uomini d'affari britannici che sono indotti a compiere atti sessuali davanti alla webcam. Una volta fatto il filmino, questi uomini vengono ricattati dietro la minaccia di mostrare i video ad amici e familiari pubblicandoli sui social. Se invece chi è caduto nella trappola decide di pagare cifre milionare, nulla verrà pubblicato.

Il giornalista del Daily Mail che ha condotto questa inchiesta ha intervistato un uomo di Oued Zem coinvolto in una delle tante truffe e grazie alla sua testimonianza ha potuto capire più da vicino come funziona questo mondo. La vittima ha raccontato che lui e la sua banda usavano - a sua insaputa - immagini della pornostar colombiana Dayana Perez Sosa, come parte di un sofisticato piano di adescamento al quale nessun uomo avrebbe potuto resistere. Una volta mostrate queste immagini gli uomini cedevano a mostrarsi nudi in webcam e qui scattava il ricatto. Le bande individuano le vittime attraverso Facebook e Linkedin. Quest'ultimo, in particolare, mostra quanto sono facoltose le vittime.

Nell'inchiesta si legge anche che il Marocco sostiene di avere creato una serie di unità anticrimine che si occupano di questi numerosi tentativi di truffa sul web. Secondo le statistiche della National Crime Agency (Nca), infatti, i cittadini britannici che hanno segnalato casi di "sextortion" è schizzato di quasi un migliaio nell’ultimo anno, passando dai 385 del 2015 ai 1.245 nel 2016.

Per avere un'idea di quanto questo tipo di crimine possa essere d’impatto sulla vita delle persone, in particolare degli adolescenti, gli inquirenti sostengono che negli ultimi anni, nella sola Gran Bretagna, almeno quattro uomini - tutti di età compresa tra i 18 e i 24 anni - si siano suicidati a seguito del tentativo di estorsione.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.