Cronache

Gettato in un sacchetto tra i campi. L'orrore sul neonato: vivo per miracolo

Il piccolo è stato chiamato Francesco Alberto. Lo ha trovato un contadino

Gettato in un sacchetto tra i campi. L'orrore sul neonato: vivo per miracolo

Un neonato è stato abbandonato in un sacchetto di plastica nelle campagne di Paceco, nella provincia di Trapani, nei pressi di una scuola elementare. Ad allertare i carabinieri, che sono subito intervenuti mettendo in salvo il bambino, è stata una telefonata. La pattuglia, appena giunta sul luogo indicato, ha trovato il sacchetto con all'interno il neonato ancora in vita. Il piccolino è stato subito portato in ospedale e sta bene, secondo i medici che lo hanno visitato sarebbe in buona salute. Secondo quanto emerso, un contadino che si stava recando nei campi ha improvvisamente sentito dei vagiti. Inizialmente non è stato facile capire da dove provenisse quel pianto, ma poco dopo ha capito che arrivavano da un sacchetto abbandonato in una strada di campagna sterrata.

Il ritrocamento

Dopo aver estratto dalla plastica il neonato, nato da pochi giorni, lo ha abbracciato e ha chiamato i carabinieri. I militari hanno raggiunto il luogo indicato accompagnati dagli operatori sanitari del 118. Il bimbo è stato quindi trasportato in ospedale a Trapani. Nonostante i medici che lo hanno avuto in cura abbiano trovato il piccolo in buone condizioni fisiche, per precauzioni hanno preferito tenerlo in osservazione e ricoverarlo nel reparto di Terapia Intensiva: il cordone ombelicale gli era stato tagliato.

Il nome del bimbo

Il sacchetto in cui era stato messo il neonato, che conteneva la placenta, non era stato chiuso e il bambino aveva quindi potuto respirare. La zona in cui è stato abbandonato è comunque molto isolata e se non fosse stato trovato in tempo sarebbe morto, anche a causa delle rigide temperature notturne. I militari hanno aperto una indagine per cercare di scoprire l’identità della madre. Il piccolo è stato chiamato Francesco Alberto. Francesco perché è stato trovato il giorno del santo di Assisi, e Alberto perché è il nome del carabiniere che lo ha preso in braccio per primo.

Sui social la leader di Fratelli d'Italia, Giorgia Meloni, ha commentato la notizia:"Abbandonato in un sacchetto di plastica, un neonato è stato ritrovato vivo in una campagna nel trapanese. A salvarlo sono stati i carabinieri che, allertati da un contadino di zona, sono corsi sul posto e lo hanno portato in ospedale. Ora è fuori pericolo e si chiamerà Francesco Alberto: Francesco perché trovato nel giorno di San Francesco d’Assisi e Alberto come il Carabiniere che per primo lo ha preso in braccio. Che la vita possa restituire a questo bimbo tutto l’amore e il bene che qualcuno ha provato a negargli con questo gesto spregevole".

Commenti