"Niente baci sulla bocca ai bimbi". Il post del terapeuta che fa discutere

Ampia discussione sul post di Alberto Pellai, che ha sconsigliato ai genitori di baciae sulla bocca i figli: "Mai gesti che possano essere fonte di eccitazione"

"Niente baci sulla bocca ai bimbi". Il post del terapeuta che fa discutere

Quanti genitori usano baciare sulla bocca i propri figli? Una consuetudine da sempre al centro di ampi dibattiti che è tornata di attualità dopo un post dello psicoterapeuta dell’età evolutiva, Alberto Pellai, che ha preso spunto da una recente foto di David Beckham e sua figlia Harper per criticare quest'abitudine consolidata tra i genitori. "Diciamocelo chiaramente: è un gesto sbagliato. Senza se e senza ma", ha scritto in maniera perentoria l'esperto.

Pellai, poi, ha motivato la sua posizione in modo altrettanto chiaro: "Gli adulti hanno la responsabilità di offrire tenerezza e contatto ai loro bambini, senza mai ricorrere a gesti che possano essere fonte di eccitazione o sensazioni intense. L’intimità che un genitore regala al proprio bambino è affettiva, ma non è amorosa. A un bambino si deve dire ‘ti voglio bene’ e non ‘ti amo’. Ad un bambino si danno baci sulle guance, ma non sulle labbra. Ad un bambino si fanno le coccole, non tocchi eccitatori e sensuali".

Parole molto forti quelle di Alberto Pellai, che ha poi fatto un parallelismo di forte impatto per l'immaginazione dei suoi lettori: "Che cosa pensereste se vedeste uno zio, un maestro o un allenatore dare un bacio sulla bocca al vostro bambino? Probabilmente interverreste fermamente chiedendo che quella cosa non accada mai più". Nel ragionamento di Alberto Pellai, l'inopportunità del gesto non deriva dal ruolo ricoperto dall'adulto nella vita del bambino ma proprio dall'essere una persona matura che esercita su un infante un atto sessualizzato. "Vale per il bacio sulla bocca quello che vale per lo schiaffo. Non vorremmo mai che un adulto schiaffeggiasse i nostri figli. Questo rimane un buon razionale per imparare – noi stessi genitori – a non dare mai schiaffi ai nostri figli. Perché il rispetto che l’adulto deve al bambino, non cambia a seconda di chi lo deve mettere in gioco", ha concluso Pellai.

Comprensibile la spaccatura nei commenti dei follower tra chi sostiene completamente il punto di vista dello psicoterapeuta e chi, invece, si esprime in dissenso dalla sua opinione. "Un bacio sulle labbra del proprio figlio vale come un bacio sulla guancia, sul naso, sulla spalla. Esula da un qualsiasi erotismo", ha sottolineato un utente. E poi ancora: "Mi spiace dottor Pellai, non concordo su questo generalizzare. Un bacio sulla bocca e un ti amo possono essere di una estrema dolcezza e delicatezza, senza nessuna malizia. Mi sembrano dichiarazioni legate a un tempo punitivo e fatto di apparenze, restrizioni obbligatorie non adeguate ai sentimenti spontanei e puri di una relazione sana genitore-figlio".

Commenti