La pakistana scomparsa da Verona è stata liberata dalla polizia

La ragazza sarebbe stata portata nel Paese d'origine con l'inganno. Alle amiche ha scritto: "Questa volta mio padre mi uccide"

Portata in Pakistan con l'inganno dal padre. Poi legata per otto ore e costretta ad abortire. Una storia che fa rabbrividire quella che vede protagonista una ragazza di orgini pakistane residente a Verona. Ora la ventenne è stata liberata dalla polizia a Islamabad. È al sicuro e si trova in compagnia di rappresentanti delle autorità italiane. A febbraio Farah aveva detto agli amici: "Ci vediamo tra una settimana". Ma da quei giorni, però, nessuno l'aveva più vista.

La studentessa - iscritta all'ultimo anno dell'istituto professionale Sanmicheli della città veneta - era rimasta incinta di un ragazzo, anche lui pakistano, con il quale stava avendo una storia. Un fatto che avrebbe fatto infuriare il genitore fino a spingerlo a costringere la figlia a interrompere la gravidanza. "Mi hanno fatto una puntura e hanno ucciso il mio bambino. Mio padre vuole che mi sposi qui", ha scritto Farah alle amiche su Whatsaap. E poi in una nota audio ha raccontato: "Mi hanno sedato, legato a un letto e costretto ad abortire". La Farnesina era intervenuta chiedendo all'ambasciata d'Italia nella capitale pakistana di verificare con urgenza le notizie relative alla studentessa.

I maltrattamenti in famiglia

Come riporta Tgcom24, la ragazza vive a Verona dal 2008. Suo padre è proprietario di un negozio ed è stato più volte denunciato per maltrattamenti in famiglia, tanche la giovane a settembre si era rivolta ai servizi sociali per chiedere aiuto. La situazione era grave al punto che il Comune ha deciso di ospitarla per diverso tempo in una struttura protetta.

Farah, dopo aver detto di essersi riconciliata con famiglia, è tornata a casa e poi è stata costretta a partire per il Pakistan. Qui è iniziato l'incubo. E a raccontarlo è stata la ventenne attraverso dei messaggi whatsaap alle amiche. La giovane sarebbe stata chiusa in camera, legata e sedata fino all'intervento di una dottoressa che l'ha costretta ad abortire con una pillola. A dare impulso alle indagini era stata la rete scolastica della giovane, dalle compagne fino ai dirigent.

Farah è molto conosciuta e apprezzata nell'ambiente scolastico. Tanto che l'Istituto istituto professionale Sanmicheli, da lei frequentato, si era attivato per anticiparle gli esami di maturità in modo da permetterle di affrontare i mesi di gravidanza più serenamente.

La sua storia ricorda quella di Sanaa, la ragazza pakistana che viveva a Brescia ed è stata uccisa dal padre. Solo perché voleva sposare un italiano.

Commenti

evuggio

Ven, 18/05/2018 - 15:10

mi sembra che il testo manchi almeno di una notizia non irrilevante: l'hanno trovata o no? e se si la affideranno al padre per riportarla in Italia? ah ah ah!

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Ven, 18/05/2018 - 15:10

Quale polizia? Quella religiosa?

DRAGONI

Ven, 18/05/2018 - 15:13

QUESTI SONO I NUOVI PROBLEMI DA RISOLVERE?SONO PROBLEMI CHE OSCURANO I PROBLEMI , QUELLI VERI , DEGLI ITALIANI CHE POI SONO QUELLI CHE DISCENDONO DALLA POVERTA'!!

Ritratto di bandog

bandog

Ven, 18/05/2018 - 15:19

specifichiamo fidanzato "italiano" di origini colombiane adottato

Ritratto di Legio_X_Gemina_Aquilifer

Legio_X_Gemina_...

Ven, 18/05/2018 - 15:20

Che bestie gli islamici!

Ritratto di dr.Strange

dr.Strange

Ven, 18/05/2018 - 15:21

tenersi i pakistani è follia. guardate cosa sta diventando l'Inghilterra

audace

Ven, 18/05/2018 - 15:27

Non risulta essere stata rapita ma, andata via di sua volontà altrimenti alla dogana, dell'aeroporto, se ne sarebbero accorti. Il reato è stato commesso in Pakistan, perchè se ne occupa la Farnesina?

Ritratto di Roberto_70

Roberto_70

Ven, 18/05/2018 - 15:30

Sentita la notizia stamattina. Il danno è stato ormai fatto, si è però salvata. Queste sono le culture che stiamo importando in Italia.

Angelo664

Ven, 18/05/2018 - 15:52

Sapendo di essere incinta di un italiano e conoscendo i barba che sono la perche' e' andata in Pakistan prima di partorire ???? Io di questi barbari inizio ad averne le palle piene ed anche di ascoltare queste storie tribali da medioevo.

Ritratto di ottimoabbondante

ottimoabbondante

Ven, 18/05/2018 - 16:21

Questi sono gli insegnamenti di un libretto scritto da un pedofilo, in una grotta, in una notte di luna piena, dopo essersi masticato mezzo chilo di kash.

ciruzzu

Ven, 18/05/2018 - 17:14

le tre cose piu brutte al mondo sono:la pedofilia,fare adottare un bimbo da genitori dello stesso sesso, e uccidere una figlia perche non vuole il marito che gli imponi e vuole sia una sua scelta.

maricap

Ven, 18/05/2018 - 18:26

Eppure il pensiero sinis tronzo dice che essi ( Le bestie) sono l'avanguardia di uno stile di vita che un giorno sarà il nostro.Sempre detto che idioti si nasce, poi comunisti inevitabilmente si diventa.

Divoll

Ven, 18/05/2018 - 20:51

Questa sarebbe la "cultura" alla quale dovremmo integrarci...

Divoll

Ven, 18/05/2018 - 20:53

Comunque, sono problemi dei pakistani (che non dovrebbero proprio trovarsi in Europa, visto che da loro non ci sono guerre).

Ritratto di DemetraAtenaAngerona

DemetraAtenaAngerona

Ven, 18/05/2018 - 21:03

Solo fino a qualche decennio fa un titolo che avesse detto "siciliano uccide la figlia che voleva essere libera" non sarebbe stato un rarissima eccezione, non è passato molto tempo dall'uccisione della madre e delle minacce alla figlia di un mafioso per le denunce delle due donne, ricordo ancora una volta che in Italia ho detto Italia il DELITTO D'ONORE E IL MATRIMONIO RIPARATORE SONO STATI ABOLITI SOLO NEL 1981 E CHE OGNI 3 GIORNI UN ITALIANISSIMO ITALIANO UCCIDE LA PROPRIA MOGLIE FIDANZATA O EX ECC E SPESSO I PROPRI FIGLI...la notizia è invece che questa figlia e non sarà la sola anzi saranno sempre di più fino ad essere la maggioranza di esse è che si ribellano, vogliono essere libere lo diventeranno e gli uomini oggi pochi accettano, domani sempre di più accetteranno proprio come è accaduto ai nostri italiani maschi, grazie anche alle lotte femministe e all'intelligenza di molti.

Ritratto di DemetraAtenaAngerona

DemetraAtenaAngerona

Ven, 18/05/2018 - 22:12

Solo fino a qualche decennio fa un titolo che avesse detto "siciliano uccide la figlia che voleva essere libera" non sarebbe stato un rarissima eccezione, non è passato molto tempo dall'uccisione della madre e dalle minacce alla figlia ad opera del padre mafioso per le denunce delle due donne, ricordo ancora una volta che in ITALIA il DELITTO D'ONORE E IL MATRIMONIO RIPARATORE SONO STATI ABOLITI SOLO NEL 1981 E CHE OGNI 3 GIORNI UN ITALIANISSIMO ITALIANO UCCIDE LA PROPRIA MOGLIE FIDANZATA O EX ECC E SPESSO I PROPRI FIGLI...la notizia vera è invece che questa figlia e saranno sempre di più fino ad essere la maggioranza di esse è che si ribellano, vogliono essere libere lo diventeranno e gli uomini oggi pochi accettano, domani sempre di più accetteranno proprio come è accaduto ai nostri italiani maschi, grazie anche alle lotte femministe e all'intelligenza di molti.

Altoviti

Ven, 18/05/2018 - 22:43

Ci preoccupiamo tanto per una pakistana e gli italiani di cui anche donne e ragazze che dormono fuori,nessuno se ne preoccupa.

Alessio2012

Sab, 19/05/2018 - 09:11

MENO MALE CHE NON C'E' UN ITALIANO DI MEZZO, SE NO QUESTA STORIA FINIVA ALLE CALENDE GRECHE...