Paraguay, massacrata dal marito per ogni "like" su facebook

Nella mente malata del marito ogni "like" corrispondeva a un uomo con il quale la donna aveva una relazione

Paraguay, massacrata dal marito per ogni "like" su facebook

Massacrata e segregata in casa dal marito geloso. Adolfina Camelli Ortigoza, una 21enne paraguayana, è stata ridotta in fin di vita dal suo compagno a forza di botte. L'uomo scatenava sulla ragazza tutta la sua ira ogni volta che questa riceveva un "like" su Facebook.

Ma Pedro Heriberto Galeano, 32 anni, era talmente ossessionato dalla moglie che ha deciso di rinchiuderla in casa e si è poi impossessato di tutti i suoi profili social. A questo punto ha iniziato a pubblicare delle sue foto per vedere chi reagiva. Nella sua mente malata, ogni "like" corrispondeva a un uomo con il quale la donna aveva una relazione. Così ogni volta le botte ripartivano. Sempre più forti.

Ad accorgesi delle violenze e a dare l'allarme è stato il padre della ragazza. Il suo volto è stato sfigurato al punto che Adolfina stentava a riconoscersi e per questo ha dovuto ricorrere alla chirurgia ricostruttiva. Le labbra erano tumefatte e il sette nasale deviato. Galeano è stato arrestato con l'accusa di tentato femminicidio e rapimento.

Commenti