Parma, ladri svaligiano una casa poi tornano travestiti da poliziotti e truffano i proprietari

I malviventi, dopo essere entrati e aver sottratto degli oggetti ai proprietari, sono tornati fingendosi agenti, arrivati proprio dopo la segnalazione del furto. Così sono riusciti a portare via ciò che avevano lasciato

Prima sarebbero riusciti a entrare all'interno dell'abitazione, una casa di campagna nei pressi di San Martino Sinzano, una frazione del comune di Collecchio, in provincia di Parma, come dei ladri tradizionali, con l'obiettivo di sottrarre i beni dei suoi proprietari. Poi, i ladri sarebbero tornati nello stesso posto travestiti da poliziotti e in quella modalità avrebbero messo completamente a segno il colpo, rubando anche ciò che non erano riusciti a portare via fin da subito.

La tecnica

Secondo quanto riportato da Parma Today, nel pomeriggio di sabato scorso, un gruppo di malviventi avrebbe raggirato così i padroni di una casa del Parmense, prima rubando, poi fingendosi degli agenti arrivati sul posto per segnalare un furto. In questo modo, in base a quanto riportato dal quotidiano, il gruppo di ladri sarebbero riusciti a sottrarre la parte mancante di bottino, cioè oggetti preziosi che non erano riusciti a rubare.

Il travestimento

In base alle prime informazioni, due persone si sarebbero presentate alla porta dell'abitazione, situata in una zona abbastanza isolata, indossando la pettorina della polizia di Stato. Secondo quanto riportato dal quotidiano, i due malviventi avrebbero riferito ai proprietari di essere degli agenti arrivati in zona dopo un furto. Agli ignari padroni di casa, i due avrebbero segnalato la necessità di fare un sopralluogo per capire che cosa fosse stato rubato.

Il secondo furto

A quel punto, con il "consenso" dei proprietari di entrare nell'abitazione, i due, approfittando della falsa ispezione, avrebbero rubato anche gli oggetti che avevano dovuto lasciare lì, durante il primo colpo. Subito dopo la denuncia del fatto, i carabinieri si sono messi al lavoro per ricostruire l'episodio, chiarire la dinamica del raggiro e cercare di intercettare i ladri. Il caso, infatti, è risultato molto simile a una truffa avvenuta sempre nella provincia di Parma, qualche settimana prima.

Il caso a Roma

Un caso molto simile si è registrato a Roma nel novembre scorso. Secondo quanto riportato da Repubblica, in via Castel di Iudica, in zona Valle Fiorita, a Tor Bella Monaca, zona periferica della capitale, tre uomini a bordo di un'auto con i lampeggianti, erano riusciti a entrare in un'abitazione fingendosi agenti di polizia. Dopo essere entrati, però, avevano bloccato il marito e immobilizzato con delle fascette la moglie e la figlia del proprietario di casa. In quella circostanza, i malviventi avevano rubato Rolex e gioielli per un valore di circa 50mila euro, oltre al videoregistratore delle telecamere interne all'appartamento.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di bandog

bandog

Lun, 03/02/2020 - 17:05

A PARMA HANNO VOTATO PER bonaccini ed ora godano a fondo!!!