Partinico, arrestato uno degli aggressori del senegalese picchiato

Il branco l'aveva preso a calci e pugni, mentre gli urlava: "Tornatene al tuo paese sporco negro"

Partinico, arrestato uno degli aggressori del senegalese picchiato

I carabinieri della compagnia di Partinico hanno identificato, rintracciato e fermato una delle persone, che qualche giorno fa avevano insultato e picchiato un cameriere senegalese di 19 anni.

Il ragazzo stava lavorando come cameriere in un ristorante di piazza Caterina ed era stato proprio un gruppo di clienti a prenderlo di mira, poco lontano dal locale. Calci e pugni, accompagnati da insulti razzisti: "Tonatene al tuo paese, sporco negro", gli urlava il branco mentre lo picchiava. Lui però non reagiva:"Mi potevo difendere, ma gli educatori della comunità mi hanno insegnato che non si alzano le mani". Il 19enne, Dieng Khalifa, ospite di una comunità di Partinico e arrivato in Italia nel 2016 con un barcone proveniente dalla Libia, aveva denunciato l'aggressione ai carabinieri. Dopo le cure, Deing era stato dimesso dall'ospedale con una prognosi di sette giorni, per le ferite riportare alle labbra e alle orecchie.

Secondo le prime indiscrezioni, sembra che il branco fosse composto da almeno sette ragazzi. Sono in corso le indagini per rintracciare anche gli altri componenti, mentre l'uomo fermato oggi, un operaio di 34 anni, è stato denunciato per lesioni aggravate dall'odio razziale.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti