Pescara, pretende di mangiare e bere gratis: arrestato senegalese

Per mangiare e bere gratis, un 30enne senegalese ha aggredito il gestore di un locale e, poi, si è scagliato contro gli agenti intervenuti sul posto

Pretendeva di mangiare e bere gratis e, per questo, ha prima aggredito il gestore di un locale di Pescara e, poi, si è scagliato contro i poliziotti intervenuti per calmare la situazione. Protagonista di questo episodio di violenza, avvenuto nella serata di ieri, è D. M., un immigrato senegalese di 30 anni, già noto alle forze dell'ordine.

Lo straniero, intorno alle 22:40, è entrato in un locale situato in corso Vittorio Emanuele II e, con tono minaccioso, ha chiesto di essere servito pretendendo, però, di non pagare.

Il gestore del locale, intuendo il pericolo, ha immediatamente allertato le forze dell'ordine che sono giunti sul posto proprio pochi istanti prima che l’extracomunitario, in preda alla furia, colpisse l’uomo con una catena di ferro con tanto di lucchetto di acciaio di grandi dimensioni.

Gli agenti hanno provato a bloccare il 30enne ma quest’ultimo, di grande corporatura, ha reagito ed ha iniziato a strattonarli con violenza. Per evitare che la situazione sfuggisse di mano, i poliziotti sono stati costretti ad usare lo spray urticante in loro dotazione. L’azione è andata a buon fine tanto che gli agenti sono riusciti ad immobilizzare il senegalese.

Dalle immediate verifiche è emerso che lo straniero da diverso tempo costringeva il gestore del locale a fornirgli gratuitamente alimenti e bevande.

Per questo motivo gli agenti hanno tratto in arresto l’africano in flagranza di reato per tentata estorsione e resistenza a pubblico ufficiale, ponendolo a disposizione dell’Autorità Giudiziaria che, nella mattinata odierna, ha convalidato l’arresto disponendo per il malvivente la misura cautelare della custodia in carcere.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

routier

Ven, 21/12/2018 - 10:05

Finalmente una custodia in carcere al posto della solita denuncia a piede libero. (finché dura)

Ritratto di bandog

bandog

Ven, 21/12/2018 - 12:10

ccià raggione il neg..africano,tutto gli è dovuto in quanto razza pardon etnia superiore che vi onora della sua presenza!!ACCHH SOOOO!!!