Il piagnisteo di Macron, la variante e Cingolani: quindi, oggi...

Quindi, oggi...: la giornata contro la violenza sulle donne, lo sterco del demonio e le guerre puniche

Il piagnisteo di Macron, la variante e Cingolani: quindi, oggi...

- furto grosso in un convento di suore. Vabbé, succede. Il punto però è che i fortunati ladruncoli hanno trovato 70mila euro in contanti. Dicasi 70mila. No, ma: aprire un conto corrente? Se non ricordo male una volta si diceva che il denaro fosse lo sterco del demonio….

- io a Cingolani darei un premio. Per il ministro studiare per quattro volte a scuola le guerre puniche è assolutamente inutile. Non solo perché “serve cultura tecnica”, e magari anche qualcuno che impari mestieri oggi fondamentali e ricercatissimi, ma anche perché tanto, poi, alla fine, ma chi cacchio si ricorda cosa successe in quelle battaglie? È chiaro che questo non vuol dire schifare le materie umanistiche. O pensare che la filosofia non serva. Ma rivedere i programmi scolastici farebbe bene. E anche spiegare ai nostri giovani che non è obbligatorio laurearsi in materie inutili per poi restare senza un lavoro

- in Francia muoiono 27 migranti nel Canale della Manica dopo l’ennesimo naufragio. La notizia fa il giro del mondo e tra Parigi e Londra i rapporti sono tesi. Dunque che fa Macron? Fa convocare al suo primo ministro Castex una riunione dei ministri europei a Calais per domenica. Tra i Paesi convocati Belgio, Germania, Olanda e Regno Unito. E l’Italia? Scusi, ministro: ma non siamo forse noi che da 7 anni ci sorbiamo sbarchi e decessi nel Mediterraneo?

- è da notare il piagnisteo francese per la situazione a Calais. Mentre a Ventimiglia ci hanno sempre accusato di chiudere gli occhi rispetto al tentativo dei migranti di andare oltre confine, loro sulla Manica fanno lo stesso: osservano gli stranieri salire sui barconi diretti nel Regno Unito senza muovere un dito. Ipocrisia galletta

- mi chiedo: quale impatto hanno, sulla sicurezza delle donne, le panchine rosse sparse per i parchi di tutta Italia?

- pare sia nata una nuova variante del Covid, chiamata simpaticamente "variante dell'orrore": conterrebbe al suo interno ben 32 mutazioni, manco Frankeinstei, nella proteina spike (quella che il nostro organismo riconosce grazie al vaccino) e dunque sarebbe più trasmissibile e resistente ai vaccini. Praticamente tutte le piaghe d'Egitto messe insieme: un giorno rimpiangeremo le cavallette

- in Giappone la variante Delta, quella che ha seminato panico e terrore in tutta Europa, sia mutata così velocemente che alla fine ha prodotto un errore in una sua proteina che ora le impedisce di replicarsi. Praticamente si è auto-eliminata. Nel mezzo di tutto questo "orrore", almeno una buona notizia ci vuole

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti