Pista di pattinaggio con inni fascisti. E scoppia la bufera

Polemiche su una pista di pattinaggio a Limone Piemonte (Cuneo): "Filodiffondeva canti fascisti del calibro di "faccetta nera"". Il video che divide il web

Pista di pattinaggio con inni fascisti. E scoppia la bufera

"Faccetta nera" sulla pista di pattinaggio. Ma anche "All'armi siam fascisti" e altri inni del Ventennio. Esplode la bufera a Limone Piemonte (Cuneo), dove è stato registrato un video che sta letteralmente facendo il giro dei social. Nel filmato si sentono le note tipiche dei canti fascisti risuonare nella notte cuneese.

A segnalare il fatto è la pagina Facebook "Osservatorio democratico sulle nuove destre". "Se l'apologia di fascismo in questo Paese è un reato - si legge nel post, - come è possibile che un esercizio pubblico quale la pista di pattinaggio su ghiaccio di una rinomata località turistica possa permettersi una rievocazione in pieno giorno? Nessuna autorità ha impedito questa provocazione?". E ancora: "Come Osservatorio democratico sulle nuove destre Italia denunciamo da anni la pericolosità della metamorfosi culturale (da antifascista ad afascista nella migliore delle ipotesi) che l'Italia sta attraversando su questi temi e oggi più che mai chiediamo l'applicazione delle leggi vigenti in materia di reato apologetico".

Sentito però da TgCom24, il gestore della struttura sostiene di non essere a conoscenza del fatto perché "non ero presente". Ma ha promesso che si "informerà" su quanto accaduto.