Presunte torture ai detenuti: "Erano punizioni contro reati sessuali o su minori"

I detenuti del carcere di Torino hanno raccontato agli investigatori le presunte violenze subite dagli agenti: "Usavano i guanti per non lasciare i segni"

Calci, pugni, umiliazioni e minacce. Sarebbero queste alcune delle violenze che i detenuti del carcere di Torino subivano dai sei agenti della polizia penitenziaria, in gran parte giovani, arrestati con l'accusa di tortura.

Le violenze sarebbero state messe in atto, in particolare, ai danni di chi si trovava recluso per aver commesso dei reati sessuali o nei confronti di minori. Le vittime, secondo quanto riferisce AdnKronos, sarebbero almeno cinque, bersaglio delle torture per un periodo di tempo che va dall'aprile 2017 al novembre 2018.

Secondo i racconti dei detenuti, i poliziotti li avrebbero colpiti con i guanti, per non lasciare i segni dei colpi e in parti del corpo dove i lividi non sono visibili. Sembra, inoltre, che gli agenti li picchiassero mentre si trovavano nei corridoi, sulle scale o nei passaggi tra una sezione all'altra, in luoghi cioè privi di telecamere.

Solitamente, dopo le presunte violenze, nessuno si recava in infermeria e, anche se lo faceva, dichiarava di essere caduto accidentalmente dalle scale. Le indagini erano partite dopo la segnalazione del Garante delle persone private della libertà personale del Comune di Torino che, durante un colloquio coi detenuti, era venuto a conoscenza delle presunte torture.

Oltre ai sei agenti sottoposti agli arresti domiciliari, altri poliziotti sarebbero indagati a piede libero, perché sarebbero stati a conoscenza delle torture. Le indagini sono ancora in corso, per accertare se ci siano stati episodi analoghi a quelli denunciati e per confermare quelli riferiti.

Commenti

FedericoMarini

Gio, 17/10/2019 - 18:31

CON QUESTA FRASE “ E” LA PAROLA DI UN DETENUTO” SALVINI RIVELA PIU’DI MILLE PAROLE QUALE SIA L’IDEA DI GIUSTIZIA SUA E DELLA LEGA.

killkoms

Gio, 17/10/2019 - 22:06

storia montata da chi non ha nulla da perdere!le violenze i carcerati se le fanno tra di loro!

stefi84

Ven, 18/10/2019 - 14:43

Comportamento inaccettabile da questi agenti penitenziari, se responsabili vengano puniti come meritano oltre che licenziati. Non condivido per nulla il pensiero di Salvini, benchè abbia votato lega. I cittadini devono essere uguali davanti alla legge, guardie o carcerati che siano. Da certi punti di vista non è adatto a governare lega o cdx, meglio Giorgetti.