Quando amiamo (davvero) la gelosia è come un film scolorito

Gli amori passati ci tormentano e ci turbano come fossero del presente

Se ne parla poco, ma la gelosia del passato è più frequente di quanto si creda. Quando due persone pensano di amarsi, vogliono sapere tutto l'una dell'altra e quindi anche delle rispettive esperienze amorose e sessuali. Se non sei veramente innamorato, gli amori passati del tuo partner non ti turbano, sono faccende sue a cui sei indifferente, potrai provarne curiosità ma non gelosia. Invece, se è un vero innamoramento, allora vuoi la tua amata tutta per te in modo esclusivo, e paradossalmente vorresti sempre averla amata ed essere sempre stato amato da lei. Perciò, quando lei ha avuto altri amori, altre storie appassionate, vuoi conoscerle ma ne sei anche geloso, e ciò che ti racconta lo vedi come se fosse oggi: i suoi amori si svolgono immediatamente sotto i tuoi occhi come un film. In alcuni casi questa esperienza diventa un tormento. Mentre nella gelosia del presente tu puoi agire, batterti contro un rivale, sedurre il tuo amato, nel passato tutto e già avvenuto ed è immodificabile.

Ci vorrebbe un elettrodo o una droga che cancella l'episodio dalla tua memoria, che spegne la visione non appena ti viene in mente. Ma poiché, per ora, questi metodi per agire sulla memoria non ci sono, bisogna cercare altre strade. Quali? Per rispondere, ricordiamo che quelli che crediamo ricordi della persona amata, e che ci rappresentiamo mentalmente, sono solo nostre fantasie, nostre elaborazioni del racconto dell'altro. Siamo noi che facciamo il film, e perciò abbiamo sempre la possibilità di accenderlo, di spegnerlo, di modificarlo, creando nuove storie fantastiche. Insomma, chi soffre di gelosia del passato può ricostruire un mondo erotico immaginario nuovo. Due amanti possono creare fantasie in comune. E, se il passato ricomparisse, vi apparirebbe con il pallore del ricordo, di ciò che non è più. Ciò che è accaduto diventa il «così fu» di Nietzsche. Questo processo di annullamento o modificazione delle fantasie di gelosia remota avviene solo quando oggi ci sentiamo totalmente riamati, quando siamo appagati e sappiamo entrambi che non siamo mai stati felici come ora. La perfezione e la pienezza dell'oggi scolora ciò che e stato.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

ex d.c.

Dom, 02/06/2019 - 16:41

Chi ama davvero è disponibile amche a perdere la persona amata pur di vederla felice. La gelosia e simile dall'invidia, sempre condannabile

Ritratto di Maximilien1791

Maximilien1791

Lun, 03/06/2019 - 09:42

L'aspetto più interessante della gelosia è la sua comunanza con il sospetto che ha sua volta è parente dell'incertezza . Chi è geloso è di fatto schiavo di una ipotesi.Paradossalmente si guarisce dalla gelosia quando si apprende la verità peggiore infatti a quel punto si è cornuti ma almeno non si è più gelosi.

apostata

Lun, 03/06/2019 - 10:31

Manca capacità di individuare gli argomenti, forse andrebbe assistito nella scelta del tema settimanale da contratto. Come coltivare il basilico, come reggere floris, travaglio, giletti, mago otelma, fico, fratelli zingaretti, francesco ed altri/e. Arriva a conclusioni semplici da sciogliersi nel banale. Nulla ha base scientifica, le sue sono riflessioni da persona qualunque alle quali chiunque può arrivare in modi più veri e diretti per le proprie esperienze. Pensa di nobilitarsi con la citazione di nietzsche, ma probabilmente nietzsche non gradirebbe. Dopo la bocciatura elettorale è ancora più perso, il suo pensiero non ha utilità pratica e suscita curiosità il come perché un professionismo del nulla profondo possa trovare qualche udienza.