Quanto durerà l'epidemia da coronavirus in Italia?

Previsioni difficili, a causa di possibili mutamenti e di probabili incidenze di fattori ambientali. Ma gli esperti parlano di mesi

Il coronavirus non lascerà l'Italia molto presto. Gli esperti parlano di una convivenza di "mesi", anche se fare previsioni sulla durata dell'epidemia è difficile.

"Abbiamo un numero non piccolo di casi", ha detto il direttore del Dipartimento di Malattie infettive dell'Istituto superiore di sanità, Giovanni Rezza, spiegado che in Italia "siamo arrivati alla seconda o terza generazione di contagi". Ma "il focolaio principale è circoscritto, quasi tutto riconducibile all'epicentro dell'epidemia nel Lodigiano, più due focolai piu piccoli in Veneto". E anche i nuovi contagiati sembrano provenire o avere legami con le zone epicentro dell'epidemia. Ma, per il momento, il virus non si ferma; "Ci aspettiamo ancora un certo aumento di casi finchè le misure prese non daranno gli effetti sperati". Dello stesso avviso, secondo quanto riporta Repubblica, è anche Guido Silvestri, a capo del dipartimento di Patologia alla Emory University di Atlanta: "Infetterà ancora tanta gente", prevede.

La primavera contro il virus?

Un aiuto a frenare il virus potrebbe arrivare dalla primavera. Secondo Silvestri, infatti, è "possibile che fattori genetici e/o ambientali (per esempio, temperatura più alta) possano in qualche modo limitare" la diffusione del Covid-19. È quanto sembrerebbe succedere nei paesi del Sud-est asiatico e non solo: "Penso a Indonesia, India, Thailandia, Bangladesh, Africa. Forse la temperatura gioca un ruolo nel limitare l'epidemia". E se la diffusione del coronavirus dipendesse anche da fattori ambientali, il caldo primaverile potrebbe attenuarla. Ma, specifica l'esperto, "al momento queste sono solo speculazioni e bisogna soprattutto prevenire nuovi contagi". Per capire l'andamento e la drata del virus, quindi, bisogna aspettare. Nell'attesa, l'unica cosa da fare è cercare di rompere la catena di contagi, con le misure che abbiamo disponibili ad oggi: diagnosi e quarantena. Inoltre, specifica Silvestri a Repubblica, bisogna lavorare per convivere con il virus: "Qui la preparazione del sistema sanitario per proteggere i più fragili farà la differenza" dice.

Il rischio di una mutazione

"Abbiamo scoperto due mutazioni genetiche interessanti del coronavirus". A renderlo noto è Massimo Ciccozzi, epidemiologo dell'Università Campus Bio-medico di Roma, che spiega di aver studiato "le mutazioni nel genoma virale del coronavirus messo a disposizione dei ricercatori cinesi". Così, i ricercatori hanno scoperto che il Covid-19 è diventato "più contagioso, ma meno letale rispetto alla Sars". Il tasso di letalità è, infatti, del 2,8%, contro il 9,8% della malattia che circolò tra il 2002 e il 2003. Ma il lavoro degli esperti non si ferma qui: "Stiamo anche andando avanti per capire se ci siano state mutazioni del virus dall'inizio dell'epidemia a oggi, e se magari ci possa essere un aumento della letalità". Le possibilità di mutazioni nel virus dall'inizio dell'epidemia ad oggi è un'altra variabile, che rende difficile effettuare previsioni sull'epidemia. Finora, l'Organizzazione mondiale della sanità ha escluso mutamenti consistenti, ma "più circola, più si replica". E la replica porta a mutamenti di "alcune lettere del suo Rna", in modo casuale: per questo, le mutazioni, spiega Ciccozzi a Repubblica, "possono essere dannose per l'ospite o anche no. Ma è comunque un rischio".

Per il momento, quindi, fare previsioni sulla durata dell'epidemia è difficili, ma gli esperti sembrano concordare su un fatto: non durerà poche settimane e dovremo abituarci a convivere con il virus per mesi. Quanti, finora, non è possibile prevederlo.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di stamicchia

stamicchia

Mer, 26/02/2020 - 10:23

Nessuno può saperlo con certezza, è un virus mai esistito prima nell'uomo

frank173

Mer, 26/02/2020 - 10:28

Forse...può darsi... Quanto ci vuole a metter il virus su di una superficie in una stanza sigillata e aumentare la temperatura dell'ambiente aspettando che il virus schiatti a x gradi?

jaguar

Mer, 26/02/2020 - 11:05

Non sono nemmeno domande da fare, è come chiedere a un meteorologo che tempo farà, tirano soltanto a indovinare.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Mer, 26/02/2020 - 11:14

Il virus circola con l'aria, ed oggi c'è ancora vento. Forse una pioggia può bastare per abbatterla per terra, il tempo necessario che muoia del tutto, prima che le polveri si rialzino.

Ritratto di Clastidium

Clastidium

Mer, 26/02/2020 - 11:23

stamicchia, lei proprio le "micchiate" non riesce a tenersele dentro. Mi risulta, ma sarò felice di essere sbugiardato, che i virus del tipo corona sono sempre esistiti e periodicamente hanno generato epidemie di tipo influenzale; questo è una mutazione più aggressiva e contagiosa di altre.

Ritratto di giangol

giangol

Mer, 26/02/2020 - 11:24

mandate il conto alla cina! i responsabili sono loro

dredd

Mer, 26/02/2020 - 11:24

In altre parole non sanno assolutamente nulla

ulio1974

Mer, 26/02/2020 - 11:25

...se avessero chiesto al Col. Bernacca che tempo avrebbe fatto tra due mesi, avrebbe dato indicazioni più precise.

flip

Mer, 26/02/2020 - 11:27

mi rocordo (apitavo a Milano ed avevevo 9-10 anni) che dopo l'ultima guerra sono arrivati gli americani e con una ponpa spruzzavano una polvere bianca (DDT???) sulle persone. (dalla testa ai piedi).......

gjallahorn

Mer, 26/02/2020 - 11:33

Un virus a corona, come quello del raffredore, se non sbaglio. In molti paesi del terzo mondo, magari esisteva da secoli, ma mai diagnosticato, se pensiamo che solo dall' epoca di Jenner sono cominciati studi accurati sugli agenti patogeni, anche se in Cina e India la "variolizzazione" era praticata empiricamente già nel medioevo. Il fatto è che forse, ma lancio solo un ipotesi nel "brainstorming" di questo commentario, era localizzata in un paese remoto, con cui i contatti sono avvenuti solo negli ultimi decenni. Prima si moriva con diagnosi "febbre tropicale", un cero al cimitero, una preghiera e via! Il contatto con popolazioni a lungo isolate, nella stessa Cina, che va considerato come un continente, può aver diffuso e diffonderà comunque varie patologie. Ma questo vale anche per le nazioni poste su isole (Nuova Zelanda), in cui si fà particolare attenzione a non introdurre persino semi o cibi "alieni".

killkoms

Mer, 26/02/2020 - 11:43

@giangol,alla cina? Alla cina abbiamo regalato (di maio ) almeno 2 tonnellate di mascherine, detergenti,ecc. per wuhan,che ora mancano ai nostri poliziotti,militari ecc.!

Ritratto di stamicchia

stamicchia

Mer, 26/02/2020 - 11:50

@Clastidium, mi permetto di essere io stesso a sbugiardarla: Herpes, Varicella, Mononucleosi e Linfoma di Burkitt sono malattie completamente diverse tra di loro ma causate tutte da Herpesvirus. Non è che siccome esistono altri coronavirus, quello di adesso si deve comportare necessariamente alla stessa maniera. Ovviamente, partendo dalle premesse del suo commento, lascio a lei stesso trarre le dovute conseguenze sul giudizio da dare alla sua persona. Cordialità!

Ritratto di Bob184

Bob184

Mer, 26/02/2020 - 12:07

Ahi, ahi, ahi ! Temperature più alte favorevoli all'abbattimento del coronav(a)irus per dirla con il Minestrone dell' Estero. Ma ora, alla Gretina chi glie lo racconta ! Sarà anche questa una turpe macchinazione dell'albergatore USA ?

Ritratto di duliano

duliano

Mer, 26/02/2020 - 12:11

Se una possibilità di rallentare la diffusione potrebbe essere l'innalzamento delle temperature, direi che ci va di "fortuna" visto che per i prossimi giorni è previsto un ritorno delle condizioni invernali. Sempre fortunati noi italiani.........

Calmapiatta

Mer, 26/02/2020 - 12:26

Siamo solo all'inizio....

Calipsos

Mer, 26/02/2020 - 12:30

Il caldo avrà un effetto relativo: in Australia adesso è estate, eppure ci sono numerosi contagi anche lì.

Giorgio Rubiu

Mer, 26/02/2020 - 13:04

@ Calipsos 12:30 - Non solo in Australia (intesa come Nazione e Paese) ma in tutto l'Emisfero Australe, cioè a sud dell'Equatore, dove dal primo Marzo al 31 Maggio sarà Autunno. In quei Paesi i cambi delle stagioni non tengono conto che gli Equinozi e Solstizi che cadono approssimativamente intorno al 20 - 21 dei mesi interessati. Forse per comodità mnemonica essi preferiscono contarli dal primo dei mese di Marzo, Giugno, Settembre e Dicembre. Quindi tra 4 giorni sarà l'inizio di un Autunno molto più caldo dei nostri. Cordialità.

buonaparte

Mer, 26/02/2020 - 13:09

è un virus che da problemi gravi solo alle persone che hanno certe patologie debilitanti o sono molto anziani e morirebbero anche con una influenza normale,questi dalle influenze si difendono con i vaccini-questo virus non ha ancora un vaccino.ce ne uno in usa in sperimentazione per aprile.le perone giovani e forti e gagliarde non devono temerlo perchè guariscono come una influenza..bisogna non portarlo alle persone deboli - sono circa 5 milioni le persone a rischio..

rossomaltese

Mer, 26/02/2020 - 13:17

@do-ut-des e questa scemenza dove l'hai letta o sentita? Ti consiglio di affidarti agli esperti(gente che ha studiato e studia ancora) e non alle cavolate che circolano su internet o ancor peggio a gente x che si improvvisa infettologo o virologo

maxxena

Mer, 26/02/2020 - 14:26

sinceramente, sono molto disorientato: in primo luogo dalle notizie assolutamente contrastanti che i vari virologi di gran nome ci propinano ogni giorno, e in seconda battuta dalle varie teorie che gli altri "web virologi" enunciano con grande enfasi, forti di anni di studi...sui blog. Io ascolto regolarmente i notiziari radio in lingua provenienti dalle altre parti del mondo in onde corte e devo dire che altrove l'esposizione mediatica degli scienziati pur presente , è nettamente minore.

Ilsabbatico

Mer, 26/02/2020 - 16:03

Il tempo di approvare il MES e fregarci...

Nick2

Mer, 26/02/2020 - 16:43

Sono tutt'altro che un esperto, ma se è vero che tutti i casi di Coronavirus in Italia sono riconducibili ad un unico ceppo, nel lodigiano, con le misure che sono state attuate, entro una decina di giorni i casi si ridurranno drasticamente. Naturalmente sempre che non ci sia qualcuno che, rientrato dalla Cina per vie traverse, non si faccia controllare e rifiuti la quarantena volontaria. E di questi tipi ce ne sono, purtroppo ce ne sono...

gjallahorn

Mer, 26/02/2020 - 17:25

Nick2 16:43 - è un ragionamento relativamente logico, potrebbe tuttavia accadere che dopo un periodo di latenza si evidenzino altri casi in altre zone d' Italia, nella zona rossa magari scompaiono o aumentano vertiginosamente. Questo tipo di pandemie, non si estinguono, ma resistono e mutano, a volte si attenuano, anche perché i sopravvissuti alla prima ondata sviluppano anticorpi, che li difendono successivamente. L' influenza Spagnola (un coronavirus) ebbe tre ondate tra il 1918 e il 1920. Non è detto che si sviluppino anticorpi, come nel caso dell' HIV, con la sola differenza che COVID 10 non te lo vai a cercare.

Crusade72

Mer, 26/02/2020 - 18:37

Stamicchia é infetto da micchiavairus

pilandi

Mer, 26/02/2020 - 21:04

Constato, senza stupore, che gli italiani durante il campionato di calcio sono tutti allenatori, due settimane fa erano tutti critici musicali ed ora sono tutti luminari in malattie infettive. Peccato non ci sia la settimana del silenzio.

pilandi

Mer, 26/02/2020 - 21:05

@flip hai litigato con la tastiera?

pilandi

Mer, 26/02/2020 - 21:09

@Nick2 ti faccio sommessamente notare che il cinese, inizialmente indicato come paziente zero, é negativo e sta bene...Quelli che non stanno bene sono coloro che diffondo il panico.

Ritratto di mailaico

mailaico

Mer, 26/02/2020 - 22:03

stamicchia sei feccia! Dopo anni che vi siete messi contro DIO, adesso è la resa dei conti. Moriranno a milioni. E poi verranno i tre giorni di buio su TUTTA LA TERRA, dove gli infedeli scampati verranno ammazzati dall'angelo della morte! Attendo impaziente per fare PIAZZA PULITA di voi!

Ritratto di cape code

cape code

Mer, 26/02/2020 - 23:27

Pirlandi, e io ti faccio sommessamente sapere che il virus, che ti piaccia o no, non e' italiano, proviene dalla Cina. Tanto per farlo capire a voi beoti sinistri amici di Mr Giggino o' Vaiurus una volta per tutte.

Ritratto di massacrato

massacrato

Gio, 27/02/2020 - 07:25

frank173 -... Quanto ci vuole a metter il virus su di una superficie in una stanza sigillata e aumentare la temperatura dell'ambiente aspettando che il virus schiatti a x gradi?... - Mi sembra un ragionamento più che logico.

Arnyarny

Gio, 27/02/2020 - 11:05

Polanco comincia tu per primo a startene zitto

diabolicum

Ven, 28/02/2020 - 00:11

Buonasera! 1) è un virus. 2) è più pericoloso dell'influenza che comunque è un virus? si-no-forse 3) servono esattamente a cosa, quarantene blocchi aerei isolamenti se poi non c'è modo di fermarlo visto che ci stanno sempre quelli che se ne fregano perché devono e purtroppo questi hanno macchine, aerei, navi, sottomarini, droni treni, bici, monopattini e chissa cosa ancora per spostarsi, dato che il loro portafoglio è modello fisarmonica. ma chi può fermarli? scordatevelo. 4) I morti per coronavirus sono tutti morti per coronavirus o erano li e li per morire e bastava anche un'influenza normale? 5) È più pericoloso prendere il coronavirus o perdere il lavoro? 6) in un mondo"globalizzato" l'O.M.S. a che cosa serve esattamente? e a che case farmaceutiche fanno riferimento i suoi componenti? 7) È possibile per cause di forza maggiore bloccare tutto e tutti nel mondo per 14 giorni ed evitare speculazioni? razzismo disparità e chi più ne ha più ne metta. Buonanotte