Scena del crimine

"Alla ricerca di sangue e altre sostanze". Quei cani sul luogo del delitto

Dalla ricerca di persone scomparse alla rilevazione di sostanze sospette: l'impiego dei cani detective in ambito forense è molto vario. L'esperto: "Sono aiutanti eccellenti"

Un cane detective durante l'addestramento
Un cane detective durante l'addestramento

Fiutano i cadaveri e le tracce biologiche dei killer sul luogo del delitto. E raramente sbagliano. Sono i cosiddetti cani molecolari, investigatori a quattro zampe dal fiuto infallibile. Il loro intervento sulla scena del crimine può essere decisivo per la risoluzione dei casi di cronaca più intricati ed enigmatici.

Dalla ricerca di persone scomparse alla rilevazione di sostanze sospette: l'impiego dei cani detective in ambito forense è molto vario. "Per eccellere in questa attività, più che particolari attitudini olfattive, serve una grande curiosità da parte del cane, un alto livello di mobilità e di indipendenza", spiega alla nostra redazione Paolo Riva presidente dell'associazione cinofila Detection Dogs Ticino.

Di cosa si occupa Detection Dogs Ticino?

"Detection Dogs Ticino è un'associazione specializzata nella formazione di cani per il rilevamento di sostanze con finalità operative. Al suo interno sono attivi dei gruppi che si differenziano per il tipo di sostanza cercata. Esistono gruppi che operano in abito forense e altri che si occupano di tematiche di pubblica utilità".

Come vengono scelti i cani?

"Trattandosi di una società che si basa sul volontariato, accogliamo gli aspiranti conduttori con un test d'entrata che intende dimostrare la disponibilità del cane a utilizzare il proprio olfatto in collaborazione con l'uomo. Superato il test, si inizia la formazione".

Cane detective
Un cane detective con l'addestramento (Photo Credit Detection Dogs Ticino)

Qual è la differenza tra un cane molecolare e un bloodhound?

"Il bloodhound appartiene a una razza precisa (Bloodhound appunto), mentre il cane molecolare è un cane di una qualsiasi razza (o meticcio) che viene adibito alla ricerca di tracce di odore umano. Originariamente erano solo i bloodhound a essere adibiti a questo compito, da qui la confusione. Oggi vengono ancora impiegati i bloodhound, ma vengono pure impiegati altri tipi di cani".

Che caratteristiche olfattive hanno i cani impiegati per il ritrovamento di tracce ematiche?

"Ricercare tracce ematiche di per sé non è molto diverso dalla ricerca di altre sostanze. Doti che naturalmente servono i tutte le attività di rilevamento di sostanze".

Quali razze canine sono più inclini a lavorare in ambito forense o alla ricerca dei dispersi?

"Non esiste una lista vera e propria, anche in questo ambito ci sono le mode. Il cane viene scelto per la sua abilità, o presunta tale, si muoversi agevolmente nei contesti a cui sarà sottoposto".

Come si svolge e quanto dura l'addestramento?

"Per quanto riguarda la detection (mio campo di specializzazione), il riconoscimento dell'odore e la sua discriminazione si ottengono in un tempo relativamente breve, quantificabile in mesi. Trasportare queste competenze all'interno degli scenari operativi richiede invece più tempo. Un cane è normalmente operativo in un periodo che varia dai due
ai tre anni".

Hulk durante un'esercitazione
Hulk durante un'esercitazione

Quanti cani intervengono sulla scena del crimine?

"Dipende dalle richieste degli inquirenti. Comunque un minimo di due cani per una ricerca di tracce ematiche in un edificio. Normalmente tutte le segnalazioni vengono fatte verificare da un secondo cane".

Qual è, tra i casi di cronaca più recenti, quello in cui è stato decisivo l'intervento dei cani?

"I nostri interventi sono coperti dal segreto istruttorio, quindi non sono in grado di fornire questa indicazione in modo preciso. Posso però affermare che in diversi casi l'intervento dei cani è stato molto apprezzato dalle autorità inquirenti".

Negli ultimi tempi, si sente parlare spesso di "odorologia forense". Cos'è?

"Si tratta di una specialità della cinofilia forense in uso in parecchi paesi nel mondo, che prevede il riconoscimento di odori umani sulla scena di un crimine, anche dopo molto tempo dal crimine stesso. Sulla scena vengono prelevati dei campioni di odore che vengono in seguito archiviati, e utilizzati al momento in cui ci sia un sospettato per quel
crimine per un confronto, denominato perizia odorologica".

Qual è il futuro ambito di impiego dei i cani addestrati per la discriminazione olfattiva?

"Oltre agli impieghi da parte delle forze dell'ordine, che sono i più noti, esistono una moltitudine di possibilità e di nuove ne nascono continuamente. Dunque oltre all'ambito forense, nel quale ci sono comunque delle novità come il rilevamento dei soldi o dei supporti di memoria, esistono applicazioni nell'ambito della conservazione della
natura o delle contaminazioni ambientali, oltre al campo delle sofisticazioni, nel quale i cani stanno emergendo come aiutanti eccellenti".

Commenti