Cronache

La Regione Basilicata spende 130mila euro per mamma Rai

Tanto è costata alla Regione Basilicata l'ospitalità del personale Rai nelle strutture alberghiere di Matera per il programma L'anno che verrà

La Regione Basilicata spende 130mila euro per mamma Rai

Fine anno salatissimo per mamma Rai. La tanto discussa trasmissione "L'anno che verrà" continua ad essere al centro delle polemiche non solo per le gaffes di tecnici e conduttori, ma anche per gli alti costi organizzativi. Come rivela Il Corriere della Sera le quasi 300 persone che sono approdate a Matera sono costate alla Regione Basilicata 130mila euro per l'alloggio in hotel da tre o quattro stelle.

La Regione governata da Marcello Pittella ha infatti stipulato una convenzione con la tivù di Stato per mandare in onda un programma televisivo che sarà trasmesso in prima serata in diretta su Raiuno ogni 31 dicembre fino all'anno in cui Matera sarà Capitale europea della cultura (il 2019). Nello specifico il 15 dicembre scorso è stato sottoscritto l’impegno contabile dell’esercizio 2015 per 460.000 euro, al netto di Iva, "per favorire un’azione informativa ed educativa finalizzata alla promozione e allo sviluppo del patrimonio paesaggistico, storico e culturale della città di Matera quale Capitale europea della cultura nel 2019". L'accordo tra la Regione e la Rai è stato ufficializzato solo il 20 novembre e oltre a questi 460mila euro netti prevede, appunto, anche l’ospitalità alberghiera. Per quanto riguarda il vitto, invece, i tecnici e la redazione del progranno hanno risolto facendo ricorso alla diaria della Rai, un compenso forfettario quotidiano prossimo ai 60 euro per colazioni, pranzi e cene ma per fortuna i prezzi dei ristoranti non solo lievitati.

I tecnici Rai sono arrivati da Milano mentre da Roma si sono mossi i conduttori, gli autori e tutta la squadra editoriale del programma. La macchina organizzativa della Rai che è servita per il montaggio del palco su piazza Vittorio Veneto ha invaso Matera e ha procurato danni al settore turistico anche l'hotel Hilton è riuscito a garantire decine di stanze e la sala ricevimenti dell'hotel San Domenico si è trasformata in sala dei camerini per gli artisti. È stata così evitata la trasferta verso gli hotel di Altamura che avrebbe fatto crescere ancora di più i già elevati costi di organizzazione. La Mediateca di Matera, ha ospitato il quartier generale Rai: la redazione, il trucco e altri camerini.

Commenti