Ristorazione, strategie di resilienza

Si è svolta la seconda edizione del Global Food Service Forum 2020 che ha coinvolto figure e professionalità italiane e internazionali

Quest’anno era la resilienza nel mondo della ristorazione il tema della seconda edizione, svoltasi oggi in veste digitale, del Global Food Service Forum. L’evento ha visto la partecipazione di diversi professionisti sia italiani che stranieri che hanno dato vita a uno scambio di esperienze e strategie per affrontare la ripartenza. La pandemia ha travolto ogni settore e costretto tutti a cambiare il proprio modo di lavorare e di gestire le risorse per far fronte all’emergenza. Tra le realtà che hanno maggiormente accusato il colpo vi è sicuramente la ristorazione che, per cercare di attutire gli effetti si è lanciata alla ricerca di nuove tendenze e soluzioni digitali. In modo da diversificare i canali di vendita e anche migliorare i propri risultati sul mercato.

Le strategie della ristorazione per affrontare la crisi

Secondo i dati presentati da TradeLab, il mercato Away from Home, che si rivolge soprattutto alle catene di ristorazione, in costante crescita, assisterà a un incremento in seguito alla chiusura forzata, grazie a un compratore maggiormente attento alla spesa e per questo anche selettivo, con un occhio sempre rivolto alla qualità del prodotto. Le informazioni sul cliente per ottimizzare i processi derivano dalla presenza sui social, dalle app, dalle prenotazioni, dalle piattaforme di delivery. Cris Nulli, fondatore di Appetite for Disruption ha spiegato che “è necessario saper interpretare i dati, rendendoli insights utili per le decisioni di business”. Il consumatore è oggi fondamentale per l’industria della ristorazione. A tal proposito da sottolineare l’idea, molto apprezzata, della catena di ristoranti Langosteria, che a Milano ha lanciato il servizio “Langosteria a casa”. Il CEO Enrico Buonocore ha sottolineato: “La fiducia del cliente non è venuta a mancare e noi come azienda stiamo lavorando intensamente per sfruttare questo momento di rivoluzione dei processi per aumentare la professionalità delle nostre risorse interne, che rappresentano per noi l'asset più importante".

Reinventarsi insieme

Durante il lockdown, Pizza Pilgrims, catena di pizzerie londinese, per non rischiare di perdere i propri clienti, ha ideato un kit per fare la pizza a casa, usando Shopify, la famosa piattaforma di eCommerce, alla quale accedono grandi e piccole aziende per creare il proprio eCommerce in modo semplice. Come sottolineato da Paolo Picazio, Italy Head della piattaform. In aiuto dei ristoratori che si sono lanciati nel delivery e nel take away, sono arrivate alcune realtà come Healthy Food che offre i propri servizi senza pretendere commissioni. Secondo Giuseppe Stigliano, Ceo Wunderman Thompson, per la ristorazione sarà “un triennio complesso: dobbiamo reinventare le regole del gioco, e dobbiamo farlo insieme.

Pierfrancesco Maran, Assessore all’Urbanistica, Verde del Comune di Milano, ha esortato tutti a muoversi davanti a una crisi. Maran, intervistato da Alessandro Tommasi di Will Media durante il Global Food Service Forum, ha spiegato l’impegno da parte delle Istituzioni per tutelare sia le attività commerciali che i posti di lavoro: ampliamento di dehors e tavolini davanti a bar e ristoranti e nuove piste ciclabili hanno rivoluzionato l’aspetto di interi quartieri milanesi. Sicuramente la strada sarà ancora lunga e tortuosa, ma il settore della ristorazione sembra essere unito nell’affrontare la crisi e nell’uscirne nel migliore dei modi, anche ricorrendo a nuovi modelli di business e innovazione digitale.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.