Roma, si allontana da casa con le figlie neonate e si getta nel Tevere

Ad avvertire le forze dell'ordine un passante, che aveva notato la 38enne sul Ponte Testaccio poco dopo le sei del mattino. Il cadavere è stato ritrovato attorno a mezzogiorno. Si cercano le due figlie neonate, con cui la donna si era allontanata da casa

Roma, si allontana da casa con le figlie neonate e si getta nel Tevere

Si sarebbe buttata da Ponte Testaccio, a Roma, questa mattina. Forse molto presto. Ma il suo corpo è stato ritrovato poco prima di mezzogiorno, dai sommozzatori della Polizia fluviale nel Tevere, all'altezza di Ponte Marconi.

Il cadavere recuperato corrisponde a quello di una donna di 38 anni. Che un passante avrebbe visto gettarsi nel fiume attorno alle 6.20. Secondo le prime ricostruzioni, a dare l'allarme sarebbe stato proprio lui.

La donna, madre di due neonate di circa sei mesi, si sarebbe allontanata da casa con le piccole. Che, però, al momento non sono ancora state ritrovate e per le quali stanno proseguendo le ricerche. Sono stati controllati tutti i cassonetti della zona di Testaccio, dove viveva la donna. Il marito, che poco fa ha riconosciuto il cadavere, non trovando, questa mattina, né la moglie né le figlie in casa, si era presentato alle forze dell'ordine denunciando la scomparsa.

Commenti