Il racconto choc di Rossella Erra: "Io insultata e minacciata di morte sui social"

L'opinionista tv si racconta a Detto Fatto: “Basta col cyberbullismo sui social, in tv nessuna forma di odio deve avere accesso”

Il racconto choc di Rossella Erra: "Io insultata e minacciata di morte sui social"

La maleducazione, gli insulti, le minacce sui social non si placano mai e arrivano gratuitamente e per motivi totalmente inutili (a parte il fatto che non esistono mai motivazioni o scuse perché qualcuno possa permettersi di farlo) a persone comuni, politici Vip, cantanti, ecc. Tra le persone prese di mira, tanto per citarne una, spicca Rossella Erra, voce del pubblico e antigiurata della trasmissione del sabato sera di Raiuno Ballando con Le Stelle, Il Cantante Mascherato e spesso ospite nel programma di Rai2 “Detto Fatto” condotto da Bianca Guaccero e da Jonathan Kashanian. Figlia di un ex generale dell’esercito è originaria di Portici (Napoli), è sposata con Attilio – ufficiale dell’esercito, ha una figlia – Beatrice e una cagnolina - Daisy.

Amante di letteratura, prima di approdare alla televisione (che è sempre stata una sua grande passione) si è occupata di formazione professionale, di master e di progetti internazionali (è laureata in economia del commercio internazionale e mercati valutari). Da un giorno all’altro si è trovata senza lavoro, ha fatto un provino per la tv con Caterina Balivo (per la quale, insieme a Milly Carlucci, nutre infinita stima e riconoscenza) e la sua vita è cambiata completamente. Ieri, a sua insaputa e a grande sorpresa, Elisa D’Ospina e Jonathan Kashanian hanno dato modo a Rossella Erra di parlare del cyberbuyllismo, di raccontarsi in modo approfondito, di parlare del suo passato, della sua famiglia, del rapporto profondo che la legava al padre e alla compianta mamma. Ma la grande sorpresa è stata anche la possibilità di abbattere quel muro insidioso e orribile che può fare stare male ognuno di noi per svariati motivi che possono essere ansie, depressioni, delusioni, derisioni, insicurezze...L’abbiamo raggiunta al termine della trasmissione per chiederle alcune delucidazioni.

Rossella ci racconta di quello che ogni tanto, purtroppo le succede da quando è diventata un personaggio del piccolo schermo?

“Spesso sono derisa e attaccata (anche da tante donne) con parole di fuoco a causa del mio aspetto fisico visto che non sono esattamente magra. Tra gli episodi che ricordo con tristezza e rammarico c’è sicuramente quello capitato al termine di una puntata di Ballando con le Stelle dove avevo dato il mio tesoretto – punteggio - ad Al Bano e in seguito al quale ho ricevuto sui social (Facebook, Instagram e Twitter) innumerevoli insulti e messaggi di odio conditi da una serie di auguri di morte per me e per la mia famiglia. Mi hanno spedito foto di una bara con tanto di scritta – sotterrati – senza contare parolacce inenarrabili e molto offensive. Sia chiaro che non voglio fare la moralizzatrice, ma lo trovo una cattiveria gratuita. Ho cancellato quasi tutti commenti su Instagram (su Twitter purtroppo non si possono cancellare) perché non voglio che rimangano questi gesti di odio e di violenza sui social; perlomeno fino a quando io ho il potere di eliminarli lo faccio! Cerco di insegnare a mia figlia di gestire bene i social e poi siamo noi adulti per primi a gestirli male! Non voglio fare la vittima, la mia è semplicemente una constatazione di quanto l’essere umano possa trasformarsi ed essere cattivo anche davanti a situazioni amene e superficiali”.

Le offese e gli insulti sono quindi arrivati da persone adulte?

“Mi sono state fatte anche da una signora insospettabile che ha un profilo Instagram stupendo con tante foto di piatti invitanti ...Anche lei mi ha augurato la morte (e naturalmente l’ho bloccata). Detto ciò, visto che partecipo a programmi di successo come Ballando con le Stelle - un talent gioioso dove concorrenti Vip si mettono in gioco con impegno e allegria - dico soltanto che in televisione nessuna forma di odio deve avere accesso!”

Commenti