Ruba il furgone dell'Enel, fermato in autostrada

Inseguito e arrestato dai poliziotti sul raccordo Salerno-Avellino, finisce ai domiciliari un 34enne salernitano

Ruba un camioncino dell’Enel, rincorso e fermato in autostrada dai poliziotti. Finisce in manette un 34enne salernitano che ha tentato di speronare gli agenti della polizia che s’erano lanciati all’inseguimento lungo il raccordo autostradale Salerno-Avellino.

L’episodio s’è verificato l’altra notte nella città campana. L’uomo s’era impadronito di un mezzo dell’Enel carico di gruppo elettrogeno. Lo aveva scoperto un vigilantes che, avvertita subito la sala operativa della Questura locale, aveva tentato di inseguirlo. Il ladro, però, lo aveva speronato per metterlo fuori causa. Intanto la notizia era stata diramata al personale della polizia in strada e una pattuglia ha effettivamente intercettato il furgone che, intanto, aveva guadagnato a tutta velocità l’ingresso in autostrada.

Gli agenti, a quel punto, si sono lanciati immediatamente all’inseguimento. Anche stavolta il 34enne ha tentato di speronare i tutori dell’ordine ma la perizia al volante dei poliziotti è stata superiore. Così gli agenti sono riusciti a costringere l’autista del mezzo (rubato) a fermare la sua folle corsa sulla corsia d’emergenza del raccordo autostradale, all’altezza di Baronissi, in provincia di Salerno.

L’uomo è finito in manette e, dopo le formalità di rito, è stato accompagnato agli arresti domiciliari. Risponde dell’ipotesi di reato di rapina impropria.