Cronache

Rubava in farmacia, arrestata taccheggiatrice seriale

La donna è riuscita a portare via un bottino di 700 euro tra medicine e prodotti per la cosmesi, i proprietari si sono accorti del furto solo a fine serata

Rubava in farmacia, arrestata taccheggiatrice seriale

Era solita rubare nei negozi con assoluta destrezza ma stavolta è stata scoperta in tempo ed arrestata dai carabinieri. La taccheggiatrice seriale, così definita dai militari della stazione di Biancavilla, in provincia di Catania è la 25enne Virginia Marcellino. La donna, proveniente da Adrano, si era recata in una nota farmacia del centro di Biancavilla per mettere a segno un furto di non poca entità.

La 25enne è dunque entrata in negozio mischiandosi tra i clienti che in quel momento erano in tanti. Ha iniziato a guardarsi attorno e a curiosare tra i prodotti esposti negli scaffali manifestando interesse, proprio con il fare tipico di chi è interessato all’acquisto ma non riesce a decidersi in breve tempo. Dunque i suoi movimenti non hanno destato particolari sospetti agli occhi dei proprietari e degli impiegati che hanno continuato a servire gli altri clienti la cui quantità rimaneva sempre alta. Un orario di punta, tanta confusione, distrazione degli impiegati interessati a smaltire la folla accontentando le richieste dei più esigenti: sono questi tutti gli elementi che hanno giocato a favore della ladra che con abilità, destrezza e nonchalance è riuscita a mettere in borsa l’impossibile tra medicine e prodotti per la cosmetica per un totale complessivo di circa 700 euro. Dopo aver riempito la borsa di tutti questi prodotti la 25enne è riuscita ad allontanarsi senza seminare alcuna traccia di sé in negozio. Nessuno l’ha vista andare via e ancora peggio nessuno si è accorto di come la ladra avesse agito indisturbata riuscendo a prendere dagli scaffali la merce, metterla in borsa, togliere il taccheggio senza essere scoperta e andare via superando il controllo dell’antitaccheggio.

Solamente a fine serata i proprietari si sono accorti di quanto era accaduto poche ore prima. In ritardo hanno notato l’ammanco dei prodotti e hanno chiamato i carabinieri per chiedere aiuto e capire cosa fosse potuto accadere. Grazie alle telecamere di videosorveglianza poste dentro la farmacia è stato possibile risalire alla ladra e notarne tutti i movimenti nei minimi dettagli. La Marcellino era già nota alle forze dell’ordine per via di altri reati di questo genere. Dunque è stata raggiunta in casa dove però i militari non hanno trovato tracce della merce rubata. La donna si era già liberata dalla refurtiva ma non degli abiti che aveva indossato durante il furto. Gli indumenti hanno quindi fornito la prova necessaria al giudice che ha convalidato l’arresto. La donna adesso è ai domiciliari per il reato di furto aggravato.

Commenti