Cronache

Salerno, pesta la moglie: in manette cingalese

Il 34enne ha tentato di colpire la donna anche davanti agli occhi degli agenti che erano intervenuti per sedare la lite

Salerno, pesta la moglie: in manette cingalese

Pesta la moglie e non smette di picchiarla nemmeno davanti agli agenti che, intanto, hanno fatto irruzione in casa. Finisce in manette un 34enne cingalese a Salerno.

L’uomo, già noto alle forze dell’ordine per episodi precedenti di violenza in famiglia, è stato arrestato nel quartiere di Fratte dai poliziotti della Squadra Volante nella serata di giovedì scorso.

Il 34enne, regolare sul territorio nazionale, aveva iniziato a litigare con la moglie, sua connazionale, e aveva iniziato a inveire in maniera pesantissima nei suoi confronti. Non era la prima volta che ciò accadeva e già in passato il cingalese aveva alzato le mani contro la donna che però lo aveva sempre riaccolto in casa.

Quando sono giunti i poliziotti in casa, lo straniero non ha desistito dal suo intento e, allontanato dagli agenti, ha iniziato a scagliare oggetti contro di lei, tentando di colpirla a calci. Poi, frustrato, ha tentato di rivolgere contro i poliziotti la sua furia.

Per lui, bloccato e messo in condizione di non nuocere, sono scattate le manette. Risponde delle accuse di maltrattamenti in famiglia e resistenza a pubblico ufficiale.

Commenti