Sardegna e Sicilia vogliono il "passaporto sanitario", il governo dice no

Solinas e Musumeci sulla stessa lunghezza d'onda: accogliamo soltanto chi dimostra di non essere infetto ma il governo la pensa diversamente: per Boccia e Speranza non ha alcun senso ipotizzare un passaporto sanitario

Sardegna e Sicilia vogliono "cautelarsi" in tutti modi dal turismo estivo e rimanere protette il più possibile. Per questa ragione, i rispettivi governatori, Solinas e Musumeci, vorrebbero istituire un passaporto sanitario per chi decidesse di andare in vacanza in estate nelle nostre Isole Maggiori.

Lo scontro con il governo

In questo caso, è il presidente della Regione Siciliana che vorrebbe "copiare" il collega sardo, il primo in Italia ad aver avuto l'idea di un'isola a numero chiuso, accessibile soltanto a chi dimostrasse la negatività al virus munendosi di un certificato. I nodi da sciogliere, però, sono tanti ed il governo sembra prendere tempo: il Ministro della Salute Speranza e quello agli Affari Regionali, Boccia, hanno sempre affermato che non esistono "patenti" di immunità o negatività.

Il problema dei test

E poi, anche con un'eventuale via libera, il problema più grosso riguarda il tipo di test: quale, visto che il sierologico certifica soltanto se si sono sviluppati gli anticorpi ma non se si ha l'infezione in corso ed il test molecolare, l'unico attendibile dal punto di vista diagnostico, non è consentito neppure a pagamento. Non solo, ma non è nemmeno possibile accedere alle strutture del Servizio Sanitario Nazionale per eseguire un tampone se non si hanno i sintomi o se non si è entrati a contatto con un positivo. Come se non bastasse, il test sulla saliva tanto richiesto dalla Sardegna, il più rapido e veloce degli altri, non è ancora in commercio e probabilmente non lo sarà nemmeno nelle prossime settimane, come si legge sul Messaggero.

La riapertura dei confini

Se fino al 3 giugno (per la Sicilia sarà il 7), entrambe le Isole hanno adottato la misura della quarantena obbligatoria per i residenti che fanno rientro a casa, cosa succerderà dopo quelle date, dal momento che in Italia saranno nuovamente consentiti gli spostamenti tra regioni e, soprattutto, l'Italia riaprirà i propri confini a tutti i viaggiatori dell'Unione Europea? Se Solinas e Musumeci "temono" il turismo italiano, figuriamoci quello estero. Insomma, grattacapi non da poco per i due governatori, che vogliono sì accogliere nuovamente il turismo ma che hanno contemporaneamente paura che i contagi possono risalire. Il perché di questa (eccessiva?) prudenza è presto detto: l'ultimo bollettno della Protezione Civile di ieri, sotto la voce "nuovi casi" recita: Sardegna 0, Sicilia 0, due isole felici che vedono diminuire costantemente il numero dei positivi al Covid-19.

Purtroppo, la situazione è ancora complicata tra Lombardia e Piemonte, che hanno registrato 441 (due terzi del totale) e 60 nuovi casi soltanto nella giornata di ieri. Venerdì, il governo deciderà se limitare gli spostamenti in singole zone rosse o in intere regioni i cui confini potrebbero restare chiusi sia in entrata che in uscita. In Veneto, invece, il governatore Zaia ha firmato un'ordinanza per riavviare da lunedì una serie di attività, tra cui i parchi di divertimento ed i centri per l'infanzia.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Dom, 24/05/2020 - 10:32

è necessario invece! serve per far muovere l'economia! altrimenti si rischia il collasso!

steacanessa

Dom, 24/05/2020 - 10:32

Che fantasmagorica belinata!

VittorioMar

Dom, 24/05/2020 - 10:42

.....fanno BENISSIMO...necessario selezionare e tutelare abitanti e turisti..

cgf

Dom, 24/05/2020 - 10:46

Immaginate i barconi che non potranno più attraccare verso le mete preferite, IDEM le ONG, se non hanno il certificato sanitario?

Pigi

Dom, 24/05/2020 - 10:58

Con l'estate, all'aria aperta, probabilmente anche i portatori sani del virus diventano negativi, perché i turisti non vanno in Sardegna e in Sicilia per starsene al chiuso. Sono paure eccessive: qualche caso di coronavirus è da mettere nel conto. Il problema vero sono i superdiffusori: se vengono infettati mercenarie o mercenari, sono cavoli amari.

Ritratto di .bonoiTaGlia.

.bonoiTaGlia.

Dom, 24/05/2020 - 10:58

BOICOTTARE I sFASCISTI, VIVA la GRECIA e la CROAZIA

cir

Dom, 24/05/2020 - 11:23

la sicilia e le regioni hanno tutti i diritti di difendere i proprii cittadini .

jaguar

Dom, 24/05/2020 - 11:25

Gli ospiti africani che arrivano a Lampedusa hanno il passaporto sanitario?

Ritratto di Iam2018

Iam2018

Dom, 24/05/2020 - 11:36

Nessun problema, niente Sardegna. Però che non comincino a piangere miseria chiedendo soldi. Esattamente come Ischia che diceva ai lombardi di starsene a casa.

Ritratto di Artù007

Artù007

Dom, 24/05/2020 - 11:38

Ma anche i CLANDESTINI sono muniti di passaporto sanitario????? Ormai il razzismo è solo nei confronti degli italiani da parte di tutto il mondo, ovviamente compresa l’Italia!!!!!!

Albius50

Dom, 24/05/2020 - 11:41

Strano comportamento del COMPAGNO BOCCIA che spara a zero contro la LOMBARDIA, che forse non ha valutato di quel tecnico che proveniva dalla regione EMILIA ROMAGNA appena messo piede in SARDEGNA è stato avvertito della sua POSITIVITA' del tampone fatto prima di partire.

Italia_libera

Dom, 24/05/2020 - 12:33

Non solo deve essere una cosa nazionale,ma deve essere anche a livello europeo!

Ritratto di giùalnord

giùalnord

Dom, 24/05/2020 - 12:38

cir Dom, 24/05/2020 - 11:23 Non dica fesserie,La regione è composta da residenti e da da nativi residenti altrove che vogliono ritornare indisturbati,dopo messi di chiusura forzata presso i propri cari e le proprie dimore domiciliari.

antonmessina

Dom, 24/05/2020 - 12:40

è il momento di tornare all'italia del 700 ..ogni regione uno stato a se e roma con i preti

Ritratto di nando49

nando49

Dom, 24/05/2020 - 12:42

Come faccio a fare il passaporto sanitario se in Lombardia mi fanno il tampone solo se sono più di là che di qua? Forse conviene arrivare sulle coste da clandestino italiano?

Albius50

Dom, 24/05/2020 - 12:44

Voglio comunque ricordare che un po' di anni fa se volevi fare il turista in alcune nazioni dovevi prima farti vaccinare,

Ritratto di giùalnord

giùalnord

Dom, 24/05/2020 - 12:54

antonmessina Dom, 24/05/2020 - 12:40 Io invece vorrei ritornare a vedere i miei familiari in Sicilia...e che diamine a tutta questa compagine governativa inetta di Roma e adesso anche di quella regionale.

kayak65

Dom, 24/05/2020 - 13:02

2 regioni note per campare con industrie e commercio...il suicidio economico volontario .

Ritratto di giùalnord

giùalnord

Dom, 24/05/2020 - 13:04

Sardegna e Sicilia vogliono il passaporto sanitario,una domanda:"Avete chiesto ai migranti di dotarsi prima di approdare clandestinamente sulle coste isolane,oltre al costo di 4000 mila euro cadauno per sostenerli sulla nave crociera?

Joecasti

Dom, 24/05/2020 - 13:13

Da un lato è comprensibile, le due isole hanno superato la crisi del Virus in modo abbastanza indenne e aprire adesso specialmente agli stranieri (innanzitutto tedeschi)senza controllare se siano infettati potrebbe vanificare tutto. Dall'altro lato sono tra le regioni che dipendono piú di altre dal turismo non avendo altro a parte l'agricoltura. Secondo me Musumeci tenta cosí di aggirare il facile approdo dei clandestini, con questa regola il governo non potrebbe obbligare la Sicilia di fare approdarli senza limiti e controlli.

Ritratto di giùalnord

giùalnord

Dom, 24/05/2020 - 13:42

Joecasti Dom, 24/05/2020 - 13:13 Se il governo e la Sicilia volessero i clandestini non approderebbero senza se e senza ma! Risulta chiaro e lampante che dietro questo traffico di carne umana ci guadagnano in tanti.

amicomuffo

Dom, 24/05/2020 - 13:50

Voglio far notare a lor signori....storia recente, che è arrivato da noi, in Sardegna, un addetto dall'Emilia che ripara macchinari alimentari. Bene...dopo due tre giorni ha preso tre (dico tre) ceppi del Coronavirus....morale della favola? Lui agli infettivi ( per fortuna, non è in pericolo di vita) e 40 persone a casa a curarsi!

antonmessina

Dom, 24/05/2020 - 14:28

giualnord guarda che era ironia la mia.. con questo terrorismo psicologico ci portano alla fine e all'esasperazione

ziobeppe1951

Dom, 24/05/2020 - 14:41

cir...11.23... la Sicilia ha tutti i diritti di difendere i propri cittadini...anche da quelli che arrivano dal mare col barcone?

stefano1951

Dom, 24/05/2020 - 14:54

Vuoi vedere che le due regioni con le mani bucate evidenti con i privilegi dei loro "stipendiati", anzi: i politicanti delle due regioni vedono l'occasione di prendere la palla al balzo facendo di tutto per distruggere il turismo, unica loro risorsa, per trasformare, previ piagnistei presso il governo romano, tutta la popolazione in "divanisti" da RDC e garantendosi con un futuro clientelare per la popolazione il perpetuarsi delle loro poltrone sistemate in prima fila alla greppia pubblica

Ritratto di giùalnord

giùalnord

Dom, 24/05/2020 - 14:59

antonmessina Dom, 24/05/2020 - 14:28 L'avevo intuito carissimo antomessina. Il problema che ci hanno messo la camicia di forza con la scusa del virus facendo leva su quella gente che va subito nel panico se sente solo che la curva "POTREBBE"innalzarsi,figuriamoci quanto danno è stato fatto con la fuoriuscita infelice del dossier apocalittico di 55 pagine del ministro Speranza e la sua task force che a Febbraio avrebbe previsto tra le 600/800 mila vittime.Se avesse usato la sfera di cristallo delle medium forse ci avrebbe azzeccato.

maurizio-macold

Dom, 24/05/2020 - 15:00

Se Sicilia e Sardegna continuano con questa scemenza del passaporto sanitario non vedranno un turista per i prossimi anni e finiranno nella poverta' assoluta perche' il tempo di mungere a babbo morto il governo centrale e' finito. E siccome ve la dovrete cavare da soli, cosa alla quale non siete abituati, per voi saranno "cavoli molto ma molto amari".

maurizio-macold

Dom, 24/05/2020 - 15:07

Signor ALBIUS50 (11:41), per la Lombardia parlano i numeri e sono terrificanti: in tutta Italia piu' della meta' dei decessi per corona virus e degli infetti sono lombardi. E per favore non tirate in ballo la barzelletta dell'aperitivo al naviglio di Sala e fatevi un serio esame di coscienza altrimenti non ne uscirete vivi.

Ritratto di giùalnord

giùalnord

Dom, 24/05/2020 - 16:14

maurizio-macold Dom, 24/05/2020 - 15:07 Gliela tiro io in ballo la scenetta sui navigli con l'aperitivo. Lei è troppo fazioso per capire o non ci arriva di suo. Glielo scrivo a caratteri cubitali:IL VIRUS E' PARTITO DALLA CINA! SI E' AMBIENTATO IN EUROPA PER DIVERSI FATTORI DALLO SCORSO AUTUNNO(VEDI POLMONITI ATIPICHE INTERSTIZIALI,LA COSIDDETTA' PRIMA ONDATA VIRALE;LA SECONDA E' QUELLA ATTUALE CHE STIAMO VIVENDO E CHE FORTUNATAMENTE SI STA ABBASSANDO COME CURVA DEI CONTAGI E DEI DECESSI): 1)DENSITA' DI POPOLAZIONE ELEVATA(RESIDENTI LOMBARDI 10 MILIONI). 2) VOLI DIRETTI E INDIRETTI DA E PER LA CINA ININTERROTTI DALLO SCORSO AUTUNNO QUANDO IN CINA SI ERANO DIAGNOSTICATI I PRIMI CASI. 3)TRAFFICO AEREO DEGLI AEROPORTI LOMBARDI(CIRCA 60 MILIONI DI PASSEGGERI ANNUI).SEGUE...

Ritratto di giùalnord

giùalnord

Dom, 24/05/2020 - 16:14

...PROSEGUE 4) CITTADINI CHE VANNO E VENGONO DALLA LOMBARDIA TRA DIVERSE REGIONI. 5)CAPODANNO CINESE DOVE MILIONI DI PERSONE SI RIVERSARONO TRA GENNAIO E FEBBRAIO IN CINA. 6)RITARDI DELL'OMS A DICHIARARE LO STATO DI PANDEMIA. 7)CAMPIONATO DI CALCIO ATALANTA/VALENCIA. 8)APERITIVI NAVIGLI COL SINDACO SALA CHE NON SI CHIUDE. ?ZINGARETTI E MATTARELLA TRA I BANCHI CINESI DELLA SCUOLA. 10) RITARDO DELLA CHIUSURA ZONE ROSSE. UN DECALOGO CHE POTREBBE DIVENTARE DODECALOGO O SU DI LI, CHE LA DICE LUNGA E SMENTISCE LE SUE ASSURDE CONVINZIONI CHE IL VIRUS E' PARTITO DALLA LOMBARDIA. Buona serata e buon aperitivo "rosso "...san Bitter.

Albius50

Dom, 24/05/2020 - 16:27

Sig. Malcold faccia la % sugli abitanti della REGIONE LOMBARDIA e poi si accorgerà che i suoi valori in relazioni ai morti e nella stessa percentuale rispetto alle altre regioni.

maurizio-macold

Dom, 24/05/2020 - 16:56

E no, signor ALBIUS50 (16:27), la citta' dove vivo, cioe' Roma, conta quasi 4 milioni di abitanti, e sono innumerevoli le persone che per motivi di lavoro o per turismo ogni giorno vi entrano. Nonostante cio' a Roma le percentuali di decessi o infetti di covid-19 sono UN VENTESIMO di quelle di Milano. La spiegazione di questo dato e' difficile da trovare, probabilmente si sono sottovalutati i primi focolai, poi l'infausta partita dell'Atalanta, ed altro. Ma sostenere come fa lei che la percentuale di decessi & infezioni covid-19 in Lomabardia sia la stessa di quelle delle altre regioni italiane e' una stupidaggine epocale.

Pigi

Dom, 24/05/2020 - 17:51

@maurizio-macold 15:00 "... mungere a babbo morto il governo centrale e' finito..." Ah, ah, ah, ah. Lei è di Roma e parla come se non ci fosse la Rai, che ha il doppio dei dipendenti di quelli che servono, l'Alitalia, il Quirinale, la Cassazione, i ministeri, con i comitati che hanno dato ottima prova con il virus. Scusi, la peggiore burocrazia del mondo dove sta? Dalle sue parti: ROMA.

Ritratto di saggezza

saggezza

Dom, 24/05/2020 - 17:57

Ci preoccupiamo di Sicilia, Sardegna, qua è tutta l'Italia un colabrodo senza regole e sbarcano da tutte le parti.

mimmo1960

Lun, 25/05/2020 - 10:26

I sbarchi fantasma, loro si e noi il "passaporto sanitario". Siamo un paese unico, come noi nessuno.