Scontri in Coppa Italia, è morto Ciro Esposito

Il tifoso del Napoli non ce l'ha fatta. L'avvocato: "Ora lutto nazionale". E lo zio: "Niente violenza nel suo nome"

È morto Ciro Esposito. Dopo cinquanta giorni di rianimazione il tifoso napoletano, ferito il 3 maggio scorso prima dell’inizio della finale di Coppa Italia, non ce l'ha fatta. Il ragazzo era ricoverato al Policlinico Gemelli e ieri le sue condizioni di salute si erano aggravate. "Chiediamo il lutto nazionale per il nostro ragazzo", ha detto l'avvocato Angelo Pisani

Il corpo del ragazzo è stato trasferito questa mattinaa all’istituto di medicina legale del Policlinico Umberto I° dove oggi pomeriggio dovrebbe svolgersi l’autopsia.

Esposito era rimasto ferito in modo molto grave il 3 maggio scorso, nel prepartita della finale di Coppa Italia tra Napoli e Fiorentina in una rissa in via Tor di Quinto. Era stato raggiunto da un proiettile che gli aveva perforato un polmone e si era fermato alla colonna vertebrale. Per il ferimento di Esposito e di altri due napoletani, era finito in stato di arresto con l’accusa di triplice tentato omicidio l’ex ultrà giallorosso Daniele De Santis, tuttora piantonato in ospedale dove sta facendo i conti con una brutta infezione a una gamba. Nel tentativo di sottrarsi alla furia dei supporter partenopei che volevano vendicare l’assalto a un bus diretto verso lo stadio da parte di De Santis e di altri ancora in via di identificazione, l’ex ultrà romanista avrebbe fatto fuoco con la sua pistola Benelli ferendo anche altri due napoletani in modo più lieve.

Nei pochi momenti di lucidità avuti durante la lunga degenza al Gemelli, Esposito avrebbe riconosciuto in De Santis l’uomo che gli sparò durante la rissa in viale Tor di Quinto. La circostanza è nota alla procura di Roma tanto che il pm Eugenio Albamonte ha dato incarico alla Digos di sentire tutte quelle persone (parenti, amici e conoscenti) che in queste settimane hanno potuto avvicinare e parlare con Esposito al quale sarebbero state mostrate anche foto di De Santis apparse sui giornali. Anche la procura avrebbe voluto sentire il ragazzo, quantomeno sottoponendolo a una ricognizione fotografica, ma il via libera dei medici non è mai arrivato per le critiche condizioni di salute.

Le condizioni si erano aggravate, ieri pomeriggio, nonostante i numerosi interventi nel corso della lunga degenza. Come hanno spiegato al Policlinico Gemelli, è morto per "insufficienza multiorganica non rispondente alle terapie mediche e di supporto alle funzioni vitali". "Non si faccia violenza nel nome di Ciro" è l’appello lanciato da Enzo, lo zio del il tifoso del Napoli che ha invitato tutti a "mantenere la calma". "Non vogliamo altra violenza - ha concluso - ma solo rispetto per Ciro".

Commenti

vaigfrido

Mer, 25/06/2014 - 09:42

Dispiace ! Ma lutto nazionale ... avvocato. Niente sceneggiata !

pathos

Mer, 25/06/2014 - 09:58

mi dispiace aveva la faccia da buono.

Ritratto di Luigi.Morettini

Luigi.Morettini

Mer, 25/06/2014 - 10:00

Ci mancherebbe pure i Lutto Nazionale! Ma quì davvero c'è gente che si è bevuta il cervello!

Paul Bearer

Mer, 25/06/2014 - 10:00

Dolore certamente soprattutto per l'agonia che ha dovuto affrontare Ciro Esposito. Però c'è una cosa che ancora non ho capito : il De Santis (che andava certamente sanzionato per i precedenti fatti dell'Olimpico) ha sparato a freddo o per difendersi da un pestaggio? E in questo caso quale è stato il ruolo dell'Esposito? Cioè,in breve,l'Esposito se l'è andata a cercare? Per quello che riguarda il lutto nazionale mi sembra un pò eccessivo.

scala A int. 7

Mer, 25/06/2014 - 10:18

@Paul Bearer ; quel giorno la partita era tra Napoli e Fiorentina , quel farabutto che ha sparato e' tifoso della roma che con la partita non aveva alcuna attinenza ; si e' trovato li' perche' ha teso un agguato con bombe carta e fumogeni ai pullmann dei tifosi del Napoli . Mentre scappava , essendo inseguito , cadde e tiro' fuori la pistola. Questa e' la cronaca accertata . Quale altra domanda ti poni ancora ??

linoalo1

Mer, 25/06/2014 - 10:27

C'è un solo modo per evitare queste Tragedie e tutto quello che succede,causato dai tifosi!Fare tutte le Partite a Porte Chiuse e trasmetterle solo in TV!Magari,da subito!Tanto,prima o poi,inevitabilmente,succederà!Lino.

gneo58

Mer, 25/06/2014 - 10:53

per linoalo1 - pensi, fosse per me eliminerei il calcio......

Paul Bearer

Mer, 25/06/2014 - 11:03

@ScalaAint7 : non discuto il farabutto però (se così sono andate le cose perchè ripeto non tutto mi è chiaro) quelli che lo inseguivano volevano chiedergli delle informazioni stradali o cosa? E fra quelli che lo inseguivano c'era anche l'Esposito? Perchè è chiaro che se rincorri un farabutto armato per pestarlo è possibile che quello ti spari. Detto questo chiarisco che sono a favore dell'abbattimento sul posto per questo genere di ultras romani,napoletani o sudtirolesi che siano.

melamarzia

Mer, 25/06/2014 - 11:27

@Paul Bearer: Se sei in un pulman bersaglio di razzi e bombe carta, dopo aver inutilmente chiamato la polizia (ci sono filmati che documentano anche questo), cosa fai? Aspetti tranquillo sul bus, sperando di non saltare in aria o provi a "convincere" quelle m3rde ad interrompere le loro coraggiose iniziative? E se uno di questi vigliacchi scappando cade,estrae una pistola (cosa mai accaduta fino ad oggi in uno scontro tra tifoserie) e ti spara addosso, si puo' dire che te la sei cercata?

melamarzia

Mer, 25/06/2014 - 11:28

@Paul Bearer: Se sei in un pulman bersaglio di razzi e bombe carta, dopo aver inutilmente chiamato la polizia (ci sono filmati che documentano anche questo), cosa fai? Aspetti tranquillo sul bus, sperando di non saltare in aria o provi a "convincere" quelle m3rde ad interrompere le loro coraggiose iniziative? E se uno di questi vigliacchi scappando cade,estrae una pistola (cosa mai accaduta fino ad oggi in uno scontro tra tifoserie) e ti spara addosso, si puo' dire che te la sei cercata?

melamarzia

Mer, 25/06/2014 - 11:28

@Paul Bearer: Se sei in un pulman bersaglio di razzi e bombe carta, dopo aver inutilmente chiamato la polizia (ci sono filmati che documentano anche questo), cosa fai? Aspetti tranquillo sul bus, sperando di non saltare in aria o provi a "convincere" quelle m3rde ad interrompere le loro coraggiose iniziative? E se uno di questi vigliacchi scappando cade,estrae una pistola (cosa mai accaduta fino ad oggi in uno scontro tra tifoserie) e ti spara addosso, si puo' dire che te la sei cercata?

Ritratto di Ubidoc

Ubidoc

Mer, 25/06/2014 - 11:56

"LUTTO NAZIONALE !!" SOLO A NAPOLI CERTE CAFONATE !!

scala A int. 7

Mer, 25/06/2014 - 13:02

@Paul Bearer: Ciro camminava dall' altro lato della strada mangiando un panino , quando la Sua attenzione fu attirata dagli occupanti di un pullmann formato da nuclei familiari assaltato da quel FARABUTTO con i suoi complici con bombr carta e fumogeni ; attraverso' per rispondere a quelle richieste di aiuto mettendosi anche lui all' inseguimento di quegli sciagurati .....sai noi a Napoli nelle Vene abbiamo il Sangue ......diversamente avrebbe dovuto offrire qualcosa al bar ?? La cosa che spiega tutto e' la presenza di quei farabutti ( tifosi della roma ) che con la partita da giocarsi non c'entravano NULLA.

Ritratto di Giovanni da Udine

Giovanni da Udine

Mer, 25/06/2014 - 13:20

Lutto nazionale ?! E di grazia, avvocato, quali sarebbero gli atti di coraggio del suo sfortunato cliente che la nazione dovrebbe commemorare ? Forse ritiene di per sè sufficiente il fatto di essere stato particolarmente sfigato nello scontro con tifosi/teppisti avversari "casualmente" armati di pistole ? Mah !

Angel7827

Mer, 25/06/2014 - 14:06

bene...si comincia con le teorie che provano a giustificare de santis...ma tu guarda, sotto sotto è un bravo ragazzo, un fasciata incallito, con precedenti penali e in possesso di armi...un vero moderato, come piace a noi.

pastello

Mer, 25/06/2014 - 16:25

Un giorno di lutto nazionale? D'accordo, in Italia è morto il buon senso.

Paul Bearer

Mer, 25/06/2014 - 18:08

@ ScalaAint7 : Allora se le cose stanno come dici tu (e anch'io credo che le cose siano andate così) da una parte abbiamo un assassino e dall'altra un/dei picchiatori. Bravi ragazzi o eroi non ne vedo. In ogni caso basterebbe permettere alle forze di polizia di sparare ad altezza d'uomo sugli ultras al primo cassonetto che rovesciano e questo delirio da dementi per il calcio e l'onore della maglia finirebbe subito.

melamarzia

Mer, 25/06/2014 - 21:27

@Paul Bearer: immagino che Ciro e gli altri accorsi in soccorso dei pulman, avrebbero dovuto chiedere gentilmente a quelle m3rde di interrompere il loro lancio per poter essere considerati delle vittime. O meglio ancora dovevano farsi i fatti loro. (non fanno tutti cosi in questo paese di m3rda?) E per chi straparla di eroismo e di lutto nazionale. Il lutto nazionale e' quando la nazione intera condivide un lutto privato attraverso un piccolo gesto (come un minuto di silenzio)simbolico. Non e' necessario essere degli eroi perche' questo accada. Ma che ve lo spiego a fare? Probabilmente per voi e' molto piu triste essere usciti dai mondiali...

melamarzia

Mer, 25/06/2014 - 21:29

@Paul Bearer: immagino che Ciro e gli altri accorsi in soccorso dei pulman, avrebbero dovuto chiedere gentilmente a quelle m3rde di interrompere il loro lancio per poter essere considerati delle vittime. O meglio ancora dovevano farsi i fatti loro. (non fanno tutti cosi in questo paese di m3rda?) E per chi straparla di eroismo e di lutto nazionale. Il lutto nazionale e' quando la nazione intera condivide un lutto privato attraverso un piccolo gesto (come un minuto di silenzio)simbolico. Non e' necessario essere degli eroi perche' questo accada. Ma che ve lo spiego a fare? Probabilmente per voi e' molto piu triste essere usciti dai mondiali...