Quella strana setta tra olio miracoloso e Madonna: "Ragazze irretite e strani riti"

Esiste una setta che si muove tra Ascoli e Roma. Si chiama Amarlis e venera la Madonna Giglio tra le spine. E la Chiesa, per ora, sta in silenzio

Quella strana setta tra olio miracoloso e Madonna: "Ragazze irretite e strani riti"

La Madonna lui la vede spesso, sempre "vestita di bianco, su un enorme giglio circondato da spine", fin dal 22 gennaio del 2013. Quattro anni di apparizioni, messaggi e notorietà acquisita. Si presenta come una sorta di Santo dei nostri tempi, capace di realizzare miracoli di ogni tipo grazie all'olio extravergine.

Attorno a questo ragazzo tra i 30 e i 35 anni di Roma è nata una setta religiosa cristiana che si chiama Amarlis. Venerano la "Madonna Giglio tra le spine" e sul loro sito pubblicizzano miracoli a iosa grazie all'olio miracoloso. "Il sito mostra i palmi grondanti del 'messaggero' e i piatti sotto l''Icona Santa' - scrive il Corriere - colmi d'olio purissimo, che 'nello sgorgare causa un forte sentimento di pace e stupore'".

Il fatto è che qualche giorno fa sono emersi in Rete dei video in cui si vede il fondatore degli Amarlis (un laico) consacrare delle suore. Corone di spine, mani imposte sulla testa, Eucarestia (ma chi la consacra?). Qualcosa di sospetto pare emergere da questa setta. Scrive sempre il Corriere che "i riti, d'altra parte, si svolgono in una chiesa non sconsacrata, nella frazione di Quinzano di Force, alle porte di Ascol". Qualcuno avrebbe denunciato pure dei casi strani, con giovani "cambiate, inebetite, come rintronate da sostanze stupefacenti" e un confessore che si farebbe consegnare i gioielli preziosi sostenendo di distruggerli perché peccaminosi.

Autore

Commenti

Caricamento...