Spacciava in un cimitero, arrestato un tunisino

La polizia ha arrestato un immigrato nordafricano per motivi di spaccio, durante il fermo hanno scoperto mezzo chilo di stupefacenti nascosti in un cimitero

Spacciava in un cimitero, arrestato un tunisino

Gli agenti della Polizia di Stato di Milano hanno arrestato uno spacciatore tunisino dopo averlo trovato in possesso di sostanze stupefacenti nascoste in un cimitero.

La vicenda è accaduta nel milanese, precisamente a Crescenzago, in via del Ricordo, dove un 51enne tunisino è stato trovato a spacciare. La perquisizione ha permesso di trovare alcuni grammi di droga ma i poliziotti del commissariato di Sesto S.Giovanni non si sono fermati alle apparenze. Infatti, insospettiti, si sono addrentati nel cimitero che si trovava a pochi passi da dove avevano fermato l'immigrato. Un luogo famoso in zona poichè è salito alle cronache per alcuni senzatetto che dormivano all'interno di alcune tombe di famiglia. Così, pale alla mano, hanno setacciato il perimetro e rinvenuto mezzo chilo di eroina. Il giro di spaccio sgominato dagli agenti era legato a una aggressione da parte di un gruppi di altri nordafricani nei confronti dell'uomo arrestato che riportò l'asportazione della milza dopo la violenza subita.

Commenti